SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'

comunicato stampa
Provincia: nel 2008 il turismo \'tiene\'

4' di lettura
951

presentazione dati turismo macerata
In provincia di Macerata, nei primi otto mesi del 2008, il turismo ha tenuto abbastanza bene, nonostante una congiuntura del settore non favorevole, ma ha dimostrato di avere ancora molti margini di miglioramento.

Il \"mare\" resta l\'elemento trainante dell\'estate turistica maceratese, sfiorando il tutto esaurito in alta stagione: fino a 9 camere vendute su 10 disponibili nelle tre località balneari: Civitanova, Porto Potenza Picena e Porto Recanati. Per il resto la media delle camere vendute in agosto nel complesso delle strutture ricettive è stata di 7 su 10 in agosto, con un incremento del 6,8% rispetto al 2007. Campeggi e villaggi turistici sono le strutture che registrano le perfomance migliori del trimestre e arrivano a contare fino all\'83% di camere occupate in agosto. Bene anche le strutture alberghiere che contano una media di circa 6 camere occupate su 10 per l\'intero bimestre luglio-agosto, con prevalenza dei \"3 stelle\".


Questa in estrema sintesi il risultato dell\'indagine condotta da gennaio a settembre di quest\'anno dall\'Isnart (Istituto nazionale ricerche turistiche) per conto dell\'Osservatorio turistico della provincia di Macerata, costituito negli anni scorsi con una convenzione tra la Camera di commercio e la Provincia di Macerata, rinnovata proprio oggi in occasione della conferenza stampa di presentazione dei risultati dell\'indagine a cui sono intervenuti il presidente della Provincia, Giulio Silenzi, il vice presidente della Camera di commercio, Mario Volpini, l\'assessore provinciale al turismo Marco Romagnoli, e Flavia Coccia della direzione ricerche dell\'Isnart.


Lo stesso presidente della Provincia Silenzi ha sottolineato l\'importanza dell\'Osservatorio per studiare, sulla base delle preferenze indicate dai turisti e dagli operatori turistici, le scelte più appropriate e giuste per essere sempre in sintonia con i cambiamenti del mercato e delle esigenze della clientela. Ha poi evidenziato che bisogna prepararsi per tempo, integrando tutte le attività del territorio in funzione dell\'ospitalità, in vista dei circa 750 milioni di turisti che le stime internazionali prevedono in Europa alla fine del prossimo decennio.


Sulla stessa lunghezza d\'onda il vice presidente della Camera di commercio, Mario Volpini, il quale ha evidenziato che il monitoraggio trimestrale del turismo, con gli imput positivi e negativi che ne possono venire, consente di adottare tempestivamente nuove strategie e conquistare nuove fette di mercato turistico, puntando su quei paesi, come Germania, Inghilterra, Olanda e Repubblica Ceca, dai quali attualmente proviene un flusso turistico più consistente. Ha quindi ricordato che a primavera del 2009 la Regione lancerà un nuovo bando con incentivi per favorire il miglioramento delle strutture ricettive del territorio.

Nel dettaglio dei risultati dell\'indagine si è soffermata la ricercatrice Flavia Coccia la quale ha illustrato i dati più significativi evidenziando che nel primo semestre del 2008 in provincia di Macerata sono arrivati meno stranieri rispetto al 2007, ma si sono fermati più a lungo. Gli arrivi, infatti, sono stati 36.000 (- 10%) per un totale di 342.000 pernottamenti (+ 14%). Sono stati invece 65.000 i vacanzieri italiani (pari al 25% sul totale regionale). Il massimo incremento di posti letto occupati nel 2008 rispetto al 2007 si è avuto nei mesi di gennaio, febbraio, marzo ed agosto. Bene da gennaio a settembre l\'occupazione di camere nei centri storici della provincia; bene in estate anche la campagna; agosto molto positivo per mare e montagna tanto che campeggi e villaggi hanno fatto il tutto esaurito. Bene anche agriturismi e alberghi.


Sulla provenienza della clientela c\'è da dire che gli italiani sono in netta prevalenza. Soprattutto nei mesi invernali prevalgono i clienti abituali (37,9%). Gli stranieri preferiscono i centri storici d\'estate e le terme d\'inverno; prediligono gli alberghi a 4 stelle e fanno vacanze più lunghe d\'estate.Varia di poco nel corso dell\'anno la tipologia della clientela che si compone principalmente di famiglie e coppie. I single sono in aumento nel 2° e 3° trimestre. In estate il 30% della clientela preferisce prenotare via internet.


Più del 30% dei tour operator che vendono la regione Marche (11,7% del totale) commercializzano la provincia di Macerata, che risulta poco conosciuta dai tour operator indiani (86,9%) e giapponesi (54,5%). Rispetto alle altre province delle Marche la provincia di Macerata ha più appeal sui mercati europei per l\'offerta gastronomica. I prodotti dell\'enogastronomia attivano molto i tour operator statunitensi. Per il prossimo anno, comunque, si prevede che la provincia di Macerata sarà commercializzata dal 40% dei tour operator che venderanno le Marche.


Per l\'ultimo trimestre dell\'anno, le stime parlano di circa 80.000 vacanze previste dagli italiani in provincia di Macerata. Per ora il \"last minute\" delle vacanze dei turisti autunnali indica 7,2% di camere prenotate nella provincia di Macerata per il mese di ottobre e circa 4% per novembre e dicembre.


Nella foto, la conferenza stampa per la presentazione dell\'indagine sul turismo




presentazione dati turismo macerata