...

Per ricordare al ministro Di Maio e al governo gialloverde che la crisi delle imprese non va in vacanza, in tutto il territorio nazionale il partito di Giorgia Meloni martedì si è mobilitato scendendo in piazza davanti a siti produttivi in gravi difficoltà o che hanno addirittura chiuso.





...

Intesa Sanpaolo, per supportare i dipendenti della società Mercatone Uno, ha deciso di dare la possibilità a coloro che tra i 1.800 lavoratori del gruppo imolese sono suoi clienti di sospendere le rate di mutui e prestiti personali per un periodo fino a 12 mesi. La domanda di sospensione andrà presentata dai dipendenti interessati presso la propria filiale Intesa Sanpaolo, che provvederà a valutarla.


...

Assoutenti Marche è pronta ad assistere i consumatori penalizzati dalla chiusura dei tre punti vendita di Pesaro, Monsano (AN) e Civitanova Marche dopo la dichiarazione di fallimento di Mercatone Uno. L’Associazione è in condizione di fornire le indicazioni utili per il recupero dei beni pagati e non ancora ritirati o non consegnati.


...

Giovedì le Segreterie Regionali di CGIL CISL UIL, congiuntamente alle Segreterie delle Federazioni di categoria, FILCAMS, FISASCAT, UILTuCS, assieme a una delegazione di lavoratori e lavoratrici, hanno incontrato il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscoli, e l’Assessore al Lavoro, Loretta Bravi, al fine di approfondire in modo congiunto la vertenza Mercatone Uno “Shernon Holding Srl” e per definire il prosieguo del percorso da intraprendere.


...

“Il Partito Democratico delle Marche è al fianco della Regione, del Presidente Ceriscioli, dell'Assessore Bravi e dei Sindacati per chiedere al Ministero dello Sviluppo Economico di trovare una soluzione capace di risolvere la crisi di Mercatone Uno”. Il segretario regionale Pd Giovanni Gostoli e il responsabile regionale Pd Lavoro Pietro Casalotto intervengono sulla vertenza “Mercatone Uno”.


...

In relazione alla vertenza Mercatone Uno che nella regione Marche coinvolge tre punti vendita (Pesaro, Monsano e Civitanova Marche) con circa 120 lavoratori occupati le Segreterie regionali di FILCAMS CGIL – FISASCAT CISL e UILTUCS hanno chiesto un incontro alla Regione Marche al fine di sollecitare un suo coinvolgimento in sede di Ministero dello Sviluppo Economico per cercare tutte le soluzioni percorribili per consentire la continuità aziendale e la difesa dei livelli occupazionali.