Rinnovo delle concessioni balneari, l'Ue intima l'alt all'Italia, Frisco (Fdi): "A gennaio migliaia di chalet all'asta"

2' di lettura 03/12/2020 - La decisione dell’Unione Europea di mettere in mora l’Italia per la decisione di prorogare automaticamente le concessioni balneari fino al 2033, non seguendo la linea dettata a livello comunitario, fa insorgere Fratelli d’Italia, che interviene con il commissario regionale Emanuele Prisco.

«La lettera di messa in mora inviata dalla Commissione Europea al governo italiano per la vicenda delle concessioni balneari è grave e inaccettabile – sottolinea Prisco – il fatto che in piena pandemia, con il settore turistico devastato, la priorità dei burocrati di Bruxelles sia tentare di distruggere il nostro settore balneare è vergognoso. Ma purtroppo viene da sospettare anche dell’atteggiamento inerme e imbelle del governo Conte, che sapeva di questo rischio da mesi e ha fatto finta di nulla, lasciando l’intero comparto esposto a sentenze fantasiose di diversi tribunali che hanno indotto molti funzionari comunali a negare l’estensione prevista per legge. È facile pensare che, dopo questo passo di Bruxelles, anche quelle amministrazioni che stavano valutando di estendere le concessioni si fermeranno e questo porterà dal 1 gennaio 2021 migliaia di stabilimenti all’asta. Si compie così finalmente il disegno di multinazionali e ambientalisti da strapazzo contro il lavoro e le imprese italiane? È questo che vuole il governo? Il Governo ha intenzione di reagire o lascerà ancora una volta che tutto scorra verso il baratro? Ce lo dicano, una volta per tutte».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Recanati.
Per Whatsapp aggiungere il numero 366.9926866 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @vivererecanati o cliccare su https://t.me/vivererecanati.

È attivo anche il nostro canale Facebook: https://www.facebook.com/VivereRecanati.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2020 alle 15:40 sul giornale del 04 dicembre 2020 - 406 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEun