Bonus ristorazione, Carloni annuncia la proroga fino al 15 dicembre, i balneari chiedono il taglio del canone demaniale

2' di lettura 25/11/2020 - Bonus Ristorazione, c’è la proroga. Ad annunciarlo a sorpresa è stato l’assessore e vicepresidente della Regione Mirco Carloni, intervenendo questo pomeriggio al webinar promosso da Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo dedicato al settore ristorazione e pubblico esercizio. «Abbiamo chiesto e ottenuto tale proroga, che ci è stata concessa fino al 15 dicembre 2020».

Una buona notizia che risponde ad un appello che Confartigianato aveva già lanciato nei giorni scorsi, in previsione della mole di domande che sono in effetti arrivate. Oltre un centinaio di imprenditori hanno già richiesto assistenza proprio all’associazione per partecipare al bando. La necessità della proroga era stata ribadita nel webinar di oggi dal presidente interprovinciale Renzo Leonori, che ha parlato di un momento di estrema difficoltà, dove «servono azioni efficaci ed efficienti. L’imminente scadenza del bonus al 28 novembre, vista la difficoltà nel preparare la domanda, penalizza questa azione». Parzialmente soddisfatto il segretario di Confartigianato Giorgio Menichelli, che però sottolinea come «il bando presenta ancora alcune lacune sulla filiera e sulle difficoltà di raggiungere l’intera tracciabilità dei prodotti interessati al provvedimento. Avremo modo di presentare un ulteriore documento».

Tornando all’incontro, l’assessore Carloni, assieme al consigliere regionale e presidente della commissione sviluppo economico Andrea Putzu, ha ascoltato le istanze degli imprenditori del settore della ristorazione, che hanno pure spiegato la poco utilità di una futura apertura nel periodo natalizio delle attività solamente fino alle 18. A loro giudizio, è vitale posticipare l’orario al post cena. Carloni ha condiviso quest’ultima posizione, osservando come a suo dire «sarebbe più corretta un’apertura fino alle 22 o 22.30, per garantire il lavoro serale». Quindi Carloni ha ricordato gli interventi in essere posti nel “Pacchetto Covid”, approvati nell’ambito dell’assestamento di bilancio regionale. Tra questi, sono previsti anche contributi forfettari in forma semplificata (circa 7 milioni di euro) «con la volontà di sostenere chi ha voglia di fare impresa. Poi, con il nuovo bilancio, ci sarà una programmazione più sostanziosa e strutturale, di ampio respiro», le conclusioni dell’assessore.

Tra le questioni sul tavolo, alcuni operatori balneari hanno avanzato la richiesta alla Regione di farsi carico di un’istanza al Governo, per chiedere la possibilità di intervenire sul canone demaniale, con una riduzione o una dilazione per il 2021.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Recanati.
Per Whatsapp aggiungere il numero 366.9926866 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @vivererecanati o cliccare su https://t.me/vivererecanati.

È attivo anche il nostro canale Facebook: https://www.facebook.com/VivereRecanati.it


dalla Confartigianato imprese Ascoli Piceno - Fermo - Macerata



Confartigianato imprese Ascoli Piceno - Fermo - Macerata


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2020 alle 16:50 sul giornale del 26 novembre 2020 - 216 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDqd