Il Codacons offre assistenza legale ai cittadini che vogliano impugnare le multe per inosservanza dei dpcm

1' di lettura 23/11/2020 - Il Codacons scende in campo per aiutare i cittadini delle Marche ingiustamente multati per inosservanza dei dpcm in tema di Covid.

«Le regole in vigore in regione limitano le attività e gli spostamenti dei cittadini, e determinano salate sanzioni nei confronti di chi non rispetta le disposizioni – spiega il Codacons – in molti casi però le multe elevate appaiono ingiuste, perché non tengono conto delle esigenze degli utenti e delle motivazioni che hanno determinato gli spostamenti, per non parlare della situazione di confusione sul territorio che ha portato molti cittadini a non comprendere i divieti in vigore. Multe che possono essere impugnate dinanzi le autorità competenti, allegando la documentazione che attesta la legittimità degli spostamenti o le ragioni che determinano l’illegittimità delle contravvenzioni».

Proprio per venire incontro alle esigenze di cittadini ed esercizi commerciali delle Marche, il Codacons lancia oggi in regione un apposito servizio per fornire aiuto legale nella contestazione delle sanzioni amministrative e nella presentazione dei relativi ricorsi, nei casi in cui i verbali risultino palesemente ingiusti o illegittimi. Tutti gli interessati possono avvalersi di un team di legali specializzati in materia, che fornirà informazioni o assistenza al numero 89349966 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 14:30 alle 17.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Recanati.
Per Whatsapp aggiungere il numero 366.9926866 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @vivererecanati o cliccare su https://t.me/vivererecanati.

È attivo anche il nostro canale Facebook: https://www.facebook.com/VivereRecanati.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2020 alle 15:34 sul giornale del 24 novembre 2020 - 323 letture

In questo articolo si parla di attualità, Consumatori, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bC8a