Sanità al collasso, Uil Fpl chiede di dedicare un ospedale per Area Vasta ai pazienti Covid

2' di lettura 19/11/2020 - La situazione di emergenza a causa del diffondersi del Covid, si sta ripercuotendo su tutti i territori provinciali. Ci arrivano segnalazioni da parte dei colleghi di molti pronto soccorso che da giorni sono al collasso. Una situazione che si riflette con criticità anche sull’attività dei medici di base, le Usca che nonostante il potenziamento a cui sono state assoggettate non riescono ad arginare il ritmo del contagio.

A questo si aggiunge la mancanza di personale: un’emergenza a cui l’uscente giunta regionale non ha saputo dare risposte, perdendo tempo prezioso. Una situazione di criticità che come sindacati impegnati nei territori abbiamo più volte denunciato dopo la prima fase di emergenza ma che non ha trovato mai una adeguata soluzione. Nei giorni scorsi come Uil Fpl Marche abbiamo chiesto un incontro urgente con il nuovo assessore alla Sanità a cui riconosciamo l’impegno di queste settimane, costretto a rincorrere in tempi strettissimi soluzioni tampone. Vogliamo confrontarci per rappresentare quelle che secondo la nostra organizzazione sindacale possono essere le soluzioni da adottare in tempi stretti facendoci portavoce delle esperienze sul campo dei tanti lavoratori, personale sanitario e medico che abbiamo l’onore di rappresentare.

Innanzitutto riteniamo che sia necessario individuare un’unica cabina di regia in grado di dialogare con tutte le strutture ed il personale coinvolto. Così come riteniamo fondamentale l’individuazione di una o più strutture ospedaliere nel territorio di ogni Area Vasta da dedicare ai pazienti Covid positivi, evitando in tal modo contagi negli altri reparti di degenza. Un cambio di rotta di cui, come Uil Fpl Marche, intendiamo farci portavoce mettendo a disposizione ogni forma di collaborazione tra le scelte politiche che verranno adottate e coloro che saranno chiamati a metterli in pratica con grande senso di responsabilità e professionalità. Riteniamo che il ruolo delle organizzazioni sindacali, in questo momento, rappresenti una risorsa fondamentale per acquisire una visione d’insieme per trovare giuste soluzioni alle criticità in corso, cercando utilizzare al meglio le strutture presenti nella nostra regione ma anche prendendo consapevolezza dei tanti uomini e donne che ogni giorno si mettono a disposizione nel loro difficile lavoro.

Infine la Uil Fpl Marche lancia un appello a tutti i cittadini affinchè in questa difficile fase si rendano partecipi della necessità di adottare atteggiamenti responsabili, evitando inutili spostamenti e tenendo alta la guardia.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Recanati.
Per Whatsapp aggiungere il numero 366.9926866 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @vivererecanati o cliccare su https://t.me/vivererecanati.

È attivo anche il nostro canale Facebook: https://www.facebook.com/VivereRecanati.it






Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2020 alle 09:21 sul giornale del 20 novembre 2020 - 547 letture

In questo articolo si parla di attualità, uil, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bCAh





logoEV
logoEV
logoEV