Recanati: negato l'accesso agli atti ai comitati contro la discarica, Lippo invoca l'intervento di Acquaroli

2' di lettura 20/10/2020 - «Ritengo una atto grave da parte dell'Assemblea di Ambito Territoriale maceratese aver negato, per ben due volte e con due motivazioni diverse, l'accesso agli atti richiesto dal comitato dei cittadini No discarica Montefano-Recanati. Una chiusura che evidenzia preoccupanti opacità circa le azioni amministrative dell'Ato3, motivata da questioni risibili che non risultano previste dalla legge».

È quanto dichiara Alessandro Lippo, candidato con Vox Marche alle recenti elezioni regionali nella provincia di Macerata, impegnato da sempre al fianco delle Associazioni nella difesa dell’ambiente e dei diritti dei cittadini.

«Dal 23 dicembre 2016, con il Decreto Legislativo 25 n. 97 (Decreto Trasparenza) – continua Lippo – l’ordinamento italiano ha riconosciuto la libertà di accedere alle informazioni in possesso delle pubbliche amministrazioni come diritto fondamentale, in conformità all’art. 10 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU). L’accesso generalizzato mira a rafforzare il carattere democratico dell’ordinamento, promuovendo un dibattito pubblico informato e un controllo diffuso sull’azione amministrativa. Pertanto, chiunque ha il diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione. In merito chiediamo al nuovo presidente della giunta regionale, Francesco Acquaroli, di convocare con urgenza (anche da remoto secondo il nuovo dpcm) il Tavolo regionale per la trasparenza e per il contrasto alla corruzione, già istituito dalla precedente giunta regionale ma che si è riunito soltanto una volta nel mese di febbraio di quest'anno. Al citato tavolo ritengo necessario convocare i Comitati dei cittadini contro le discariche, che sono i veri tamponi del territorio e che vivono sulla propria pelle talune insane decisioni della classe politica».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2020 alle 18:36 sul giornale del 21 ottobre 2020 - 274 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzbL





logoEV
logoEV
logoEV