Bambini sotto la pioggia, la sfogo del comitato di Via Tacito: "Cambiare il piano di ingresso e uscita a San Marone o lasciamo i bambini a casa"

4' di lettura 26/09/2020 - Dall’inizio di questo anno scolastico “diverso e particolare” non avevamo espresso pareri negativi e/o critiche nei confronti del piano di accesso ed uscita, elaborato dalla dirigenza scolastica, nonostante avessimo molti dubbi sull’efficacia dello stesso, in nome dello spirito di collaborazione tra scuola e famiglia e ci eravamo prefissati di segnalare alla dirigenza scolastica eventuali anomalie o imperfezioni da migliorare per agevolare le operazioni.

Non abbiamo mai puntato i piedi anche perché il piano elaborato, seppur richiedeva uno sforzo non di poco conto da parte delle famiglie che dovevano cambiare radicalmente la loro routine e le loro abitudini, come accompagnare i loro bambini molto anticipatamente per cercare parcheggio lontano dalla scuola e ritornare alle proprie attività in ritardo, ma nelle giornate assolate delle scorse due settimane tutto sembrava funzionare, in maniera diversa ma onestamente funzionava.

Avevamo mille perplessità sull’ effettiva validità del piano in oggetto nelle giornate di pioggia e/o di freddo intenso, ma confidavamo che fosse stato elaborato “un piano B”, o per meglio dire una serie di modifiche “light” all’organizzazione atte a velocizzare gli accessi alla scuola di Via Tacito, ed impedire ai nostri bambini di rischiare di ammalarsi; eravamo talmente sicuri che queste deroghe fossero state preparate e che avrebbero giustificato anche il rifiuto da parte della dirigenza scolastica di partecipare ai tavoli di coordinamento indetti dal Comune con i vari istituti scolastici cittadini.

E ritenevamo giustificato anche il rifiuto, sempre da parte della dirigenza scolastica, di ben due proposte di modifica alla viabilità inoltrate dal Comune che avrebbe messo a disposizione anche un impegno da parte del comando della Polizia municipale cittadina.

Ed invece sbagliavamo.

Venerdì, infatti ci siamo resi conto che nulla è stato preparato e nessuna deroga o modifica al piano originale sono state adottate. Nella giornata suddetta quando le famiglie che accompagnavano a scuola i propri bambini sono state sorprese dalla pioggia alle 8 abbiamo assistito a scene che avremmo voluto evitare di vedere, ma soprattutto avremmo voluto evitare ai nostri bambini di rimanere sotto alla pioggia senza protezioni per ben 25 minuti.

Ancor più doloroso ed irritante è stato il dover assistere a scene per la quale alcune solerti docenti, ben attente a non criticare le palesi lacune di un piano elaborato dalla loro dirigenza scolastica, che invece di adoperarsi per snellire le operazioni di accesso si prodigavano con alcuni genitori nel promuovere attività commerciali che vendono impermeabili.

Proprio mentre scriviamo, riceviamo molti messaggi da parte di genitori che hanno subito la situazione, ed il filo comune di tutti risulta essere che se non verranno modificate le modalità di entrata ed uscita da scuola, nelle giornate di pioggia e/o eventi climatici sfavorevoli, preferiranno lasciare a casa i propri figli; questa scelta sarà fatta anche nell’ottica per la quale se il loro figlio/a dovesse prendere anche solo un semplice raffreddore, perché è dovuto stare sotto la pioggia battente, la procedura prevede che venga attivato il protocollo Covid ed in quel caso dovrebbero stare a casa ben oltre gli otto giorni, come asserito pubblicamente anche dal dottor Costantino Gobbi, tesoriere Nazionale della Federazione Italiana medici pediatri.

Chiediamo alla dirigenza scolastica dell’Istituto Comprensivo di Via Tacito di analizzare con solerzia il piano di accesso ed uscita degli alunni del plesso San Marone di Via Tacito ed apportare le dovute modifiche per le giornate di pioggia ed eventi atmosferici sfavorevoli, per consentire a tutti di portare i nostri bambini a scuola e non costringere nessuno a doversi privare del diritto all’istruzione sancito nella Carta Costituzionale della nostra Repubblica.

Comitato Via Tacito a misura di bambino

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2020 alle 14:40 sul giornale del 28 settembre 2020 - 503 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bw59





logoEV