"Lavorare per riportare Futura e Popsophia in città a settembre", il suggerimento di Silenzi a Ciarapica

3' di lettura 07/08/2020 - Creare le condizioni per organizzare, in questa stagione, festival che consentano alla città di superare lo stallo e l’assenza totale di iniziative di spessore culturale. Penso sia estremamente utile per Civitanova recuperare manifestazioni che hanno connotato la città e la sua immagine culturale.

Sono stati persi eventi come Futura e Popsophia perché abbandonati o non sostenuti. Chiedo al sindaco, che oggi ha la delega alla cultura, di riaprire subito il confronto con Evio Hermas Ercoli e con Gino Troli per riportare Popsohia e Futura in città e organizzare appuntamenti dal prossimo mese (magari due fine settimana) all’insegna di due festival che non sono alternativi, ma che possono invece proporre stimoli su temi su cui c’è bisogno di confrontarsi e aprirsi. Futura è un marchio di proprietà del Comune, PopSophia è nato a Civitanova e i due ideatori sono così creativi che non sarebbero oggi sprovvisti di idee per progetti interessanti.

Dopo la scelta di togliere le deleghe a cultura e turismo alla Gabellieri, che in questi anni ha lavorato a distruggere più che a costruire, dovrebbe essere compito del sindaco, visto che ha avocato a se le deleghe, impegnarsi per restituire a Civitanova eventi culturali che la città merita di ospitare. Intorno a noi tutti i Comuni a importante vocazione turistica hanno proposto iniziative culturali nel rispetto del protocollo sulla sicurezza anti Covid e sotto questo aspetto abbiamo l’Azienda Teatri che ha dimostrato grande capacità nel sapere organizzare e gestire tutti gli aspetti, anche quelli tecnici, di manifestazioni come queste, magari in quella Civitanova Alta che, mai come ora, risulta ai margini della programmazione culturale e turistica comunale. Ciarapica dimostri sensibilità culturale per il bene di Civitanova, che con le proposte di Popsophia e Futura ha saputo in passato essere punto di riferimento culturale per la regione e non solo e che merita di tornare ad essere un luogo in cui si dibatte e ci si confronta sui temi della filosofia, della scienza, dell’attualità.

Le cose belle non dovrebbero avere colore politico e non vanno disperse. Si possono utilizzare in parte le risorse della Regione (i 100.000 euro per il Covid Hospital) destinati esclusivamente a iniziative culturali. In questo caso, sono certo, il sindaco troverà la collaborazione di tutti coloro che pensano che la cultura debba essere terreno di confronto e di stimolo alla crescita della città.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2020 alle 08:51 sul giornale del 08 agosto 2020 - 277 letture

In questo articolo si parla di attualità, civitanova marche, giulio silenzi, partito democartico, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsMs





logoEV