Sorpreso a vendere merce contraffatta: denunciato un 36enne senegalese di Porto Recanati

1' di lettura 17/07/2020 - I Carabinieri della Stazione di Marzocca hanno denunciato un cittadino senegalese per commercio di prodotti con segni contraffatti e ricettazione.

L’uomo è stato notato dai militari nel primo pomeriggio di giovedì, mentre si aggirava nelle vie del centro di Senigallia con uno zaino ed un sacchetto in plastica celeste. A quel punto i carabinieri hanno deciso di sottoporlo a controllo, ma l’uomo, alla vista delle uniformi, si è dato alla fuga per le vie limitrofe, nascondendo le borse all’interno di alcuni cassonetti per la raccolta differenziata.

I militari lo hanno subito inseguito e poco dopo sono riusciti a raggiungerlo e bloccarlo. Durante le attività di identificazione è emerso che l’uomo, un 36enne residente a Porto Recanati, stava vendendo illegalmente merce contraffatta, e per quel motivo si era dato alla fuga per sottrarsi al controllo dei Carabinieri. E’ stato lui a indicare ai militari il cassonetto dove aveva nascosto la merce illegale. Nelle borse che erano state notate poco prima, erano contenuti 30 oggetti, tra capi di abbigliamento e accessori.

In particolare i militari hanno trovato magliette, cappelli, cinture, borse da donna e abbigliamento da mare, tutti recanti i simboli di alcuni grandi marchi, ma falsi. Il materiale è stato sottoposto a sequestro dai Carabinieri e l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per vendita di prodotti con segni falsi e ricettazione. Inoltre nei suoi confronti è stato avviato il procedimento per l’emissione del foglio di via dal Comune di Senigallia.








Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2020 alle 14:01 sul giornale del 18 luglio 2020 - 369 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bqUI





logoEV