Covid Hospital, altro esposto: lo firma Potere al Popolo

3' di lettura 26/06/2020 - Abbiamo seguito con attenzione la vicenda del Covid Hospital di Civitanova Marche, abbiamo letto articoli e ascoltato dichiarazioni. Dal materiale accumulato potremmo fare un convegno su tutta la questione del Covid-19 nelle Marche, e potremmo dire qualcosa sulle cause e responsabilità del progressivo indebolimento del sistema sanitario marchigiano. Chissà forse un convegno lo faremo.

Ma più cercavamo di capire le ragioni che hanno indotto il presidente della Giunta regionale Ceriscioli a realizzare quell'ospedale che Guido Bertolaso (il suo creatore) ha voluto chiamare "ASTRONAVE" più vedevamo lati oscuri.

Ecco perché giovedì mattina ci siamo rivolti alla Procura della Repubblica di Ancona a cui abbiamo posto degli interrogativi su tre questioni che riguardano appunto la realizzazione di quell'ospedale temporaneo costruito nei padiglioni della Fiera di Civitanova Marche

1) Non si comprende come la Regione Marche abbia potuto perdere preziose settimane di tempo e abbia supportato con la sua autorevolezza istituzionale la raccolta di svariati milioni di euro promuovendo il mastodontico progetto del Covid Hospital di Civitanova Marche, nel momento in cui la Rete della Sanità territoriale si trovava in forte difficoltà, e gli ospedali sul territorio chiedevano a gran voce maggiori dotazioni e strumenti soprattutto sul piano della capienza in terapia intensiva, tenuto conto che, a fronte dei 115 posti disponibili all'inizio della Pandemia si sono trovati a gestire, di punto in bianco, fino a 166 malati che necessitavano di supporto respiratorio;

2) Perché gli strumenti medici (80 ventilatori e circa 100 letti di terapia intensiva), già nella disponibilità del progetto gestito dal Cisom in data 3 aprile, non siano stati utilizzati immediatamente dalla Regione Marche a favore degli Ospedali marchigiani pubblici in forte crisi e in carenza di strumentazione;

3) Perché lo stanziamento previsto dalla Banca d’Italia è stato destinato in tutta Italia al rafforzamento della Sanità Pubblica a molte Regioni e nella Regione Marche invece alla realizzazione dell’Ospedale peraltro provvisorio e anche intempestivo di Civitanova Marche voluto dal Presidente della Regione Ceriscioli sotto la direttiva del Dott. Guido Bertolaso e la gestione organizzativa dell’Ordine dei Cavalieri di Malta.

Pensiamo che i cittadini abbiano il diritto di conoscere con estrema trasparenza tutti i passaggi di questo progetto. Pensiamo che le Istituzioni abbiano il dovere della trasparenza. Soprattutto quando, come in questo caso, ci sono in ballo la salute e la vita delle persone. Vale anche per il denaro speso, considerando il periodo di forte crisi a cui stiamo andando incontro che provocherà forti contrazioni economiche. Motivo in più se quei soldi sono pubblici.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2020 alle 09:36 sul giornale del 27 giugno 2020 - 356 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bo75





logoEV