L'organizzazione dei Motor Day replica alle polemiche: "Nessuna vergogna, somme investite per la promozione del territorio"

4' di lettura 21/06/2020 - Da qualche giorno stiamo leggendo sulla stampa locale la polemica che si é innescata su un finanziamento erogato dall’Ente Regione /\/\arche, verso I’Amministrazione Comunale di Civitanova Marche, quale incentivo alia nostra manifestazione, che si sarebbe dovuta inizialmente svolgere all’interno del padiglione dell’Ente Fiera, oggi destinato ad ospitare il Covid Center.

Va premesso che l’amministrazione comunale di Civitanova Marche, ha dimostrato una particolare sensibilità verso il diritto alla salute costituzionalmente sancito ed ha accolto l’ordine impartito dal Presidente della Regione Marche, nel pieno cuore della disastrosa pandemia che la attinto la nostra nazione ed anche la nostra Regione.

Vorremo dimenticare che in quel momento gia, alla fine del mese di Marzo, in ltalia si erano contati ben oltre 25.000 decessi diagnosticati Covid 19.

Vorremo anche dimenticare, ma non si può, che tra Ie zone piu martoriate, oltre alle Province del Nord, vi era quelle di Pesaro-Urbino, quindi corregionali, con il terrore che da quella provincia, l’epidemia, potesse scendere verso ie nostre. Alla fine la nostra Regione la dovuto piangere 1005 scomparsi.

In un momento di terrore come quello appena descritto e come quello che ancora tutti noi viviamo e per rispetto a quanti hanno perso la vita per l’inadeguatezza della struttura sanitaria come indicata, nessuno mai avrebbe potuto dire di no all’iniziativa intrapresa dal Presidente della Regione e dal Sindaco di Civitanova Marche.

Tra i tanti che hanno avuto tale rispetto e tale sensibilita, senza pensare egoisticamente a se stessi, vi e l’organizzazione dell’lnternational Motor Days, che in quel padiglione ed in quella zona limitrofa gia aveva terminato tutta la base di progettazione, autorizzatoria e di ricerca di espositori e di sponsors.

La giusta motivazione della salute e della sicurezza pubblica ci la visto coscientemente chinare la testa, seppur consapevoli delle difficolta a cui si sarebbe andati incontro per un eventuale cambio location, senza contare le perdite economiche gia conseguite.

Di tale operosa nostra partecipazione al progetto regionale di cosi rilevante importanza allora e certamente per il futuro (Civitanova Marche si é senza dubbio attrezzata di un presidio sanitario di eccellenza utile a noi marchigiani e a cii da altre parti d’Italia, purtroppo sofferente, ne avesse necessita) se ne e fatto carico la Regione Marche, la quale ha inteso partecipare ai maggiori costi che I’ UD andrà a sostenere in seguito al trasferimento.

Ci preme sottolineare che la somma stanziate dalla Regione, su richiesta del Sindaco di Civitanova, in favore del Comune, per la manifestazione motoristica, per la quale non si dimentichi il comune é co- organizzatore, rimarrà nelle casse comunali e sarà utilizzata esclusivamente per provvedere ai maggiori costi che si renderanno necessari per lo spostamento della manifestazione.La stessa é volta a confermare la rilevanza ultra regionale della Citta di Civitanova Marche, capace di far svolgere eventi utili ai suoi cittadini e necessari per il rilancio dell’economia regionale e nazionale.

Si vuole ricordare che questo sarà il primo, ed al momento unico in ltalia, evento motoristico del dopo Covid 19, che vede impegnato un settore, quello automobilistico, che la segnato perdite anche del 90%.

II Presidente Ceriscioli, la riconosciuto la sensibilita dimostrata sia dall’organizzazione, sia della municipalità, che la inteso sacrificarsi, senza indugio alcuno, in nome della tutela della salute, ed la voluto partecipare alla spesa con l’erogazione delle somme extra.

Per sopire Ie ansie di qualcuno, che agisce nel sentito dire e di certo non in favore della Città, basterebbe a vere solo la pazienza o la voglia di leggere il programma per rassicurarsi che le somme conferite dalla Regione, non rappresentano alcun “indennizzo di danni all’immagine”, come e stato erroneamente scritto, e non sono di certo rivolte al privato cioè all’organizzazione dell’evento.

Altresì sono investite per la promozione del territorio civitanovese, tramite la diffusione di questo evento che, tra ie altre cose si avvale di un piano di comunicazione strutturato su media radiofonici, televisivi locali e nazionali e su una comunicazione online che investe l’intero territorio regionale e nazionale.

Vale la pena indicare che solo i canali social della manifestazione ricevono decine di migliaia di visualizzazioni in tutta ltalia.

La manifestazione indubbiamente tende a valorizzare “ l’efficienza del nostro tessuto sociale ed ambientale”, (alla prevenzione epidemiologica gia ci la pensato il Presidente della Regione ed il Sindaco) oltre che essere una “chiara operazione di immagine” della Citta di Civitanova Marche, sensibile ai temi dell’ambiente, posto che gran parte della manifestazione é rivolta alia mobilita Green, ai motori elettrici di auto, moto, bici ed altro, che tutti i partecipanti potranno provare con divertimento e in totale sicurezza.

Praticamente nessuna “vergogna”, bensì un fiore all’occhiello per una importante città come Civitanova Marche ed i suoi cittadini, che non Canno bisogno di polemiche, ma di reali ed utili iniziative, nel rispetto di tutti per portare flussi economici importanti a sostegno del tessuto commerciale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2020 alle 13:36 sul giornale del 22 giugno 2020 - 594 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/boxE





logoEV