Potenza Picena: Gaballo (PD), "Tartabini trionfale per una semplice manutenzione ordinaria e annuale del Lungomare"

Pd 3' di lettura 15/06/2020 -

“L’Amministrazione Tartabini, lo svilimento della politica ed il tentativo di far passare l’ordinario per straordinario”.

Abbiamo letto tutti il comunicato stampa del Sindaco Tartabini con il quale è stato diffuso un elenco di opere disposte dall’Amministrazione e rivolte al Lungomare di Porto Potenza a seguito del quale veniva il commento del Sindaco: “… non è stato semplice incastrare tempi risorse e risposte immediate, ma ancora qualche giorno di pazienza e si potrà vedere il frutto del lavoro…”.

Mi chiedo: ma davvero il Sindaco Tartabini ritiene utile diffondere un comunicato con toni a tratti trionfalistici per delle semplici opere di manutenzione ordinaria eseguite dal Comune di Potenza Picena ogni anno da quando il Lungomare è stato realizzato?

Oltre alla sostituzione dell’illuminazione, intervento già in atto da diverse settimane, e la realizzazione di nuove passerelle nei tratti di spiaggia libera, di cui siamo in attesa dal 2015 quando all’unanimità il Consiglio Comunale approvò una mozione dell’allora Gruppo consiliare del PD per l’eliminazione delle barriere architettoniche presenti nell’arenile, non c’è niente di rilevante.

La sostituzione delle doghe rotte delle panchine, l’appalto per la pulizia della spiaggia e dei bagni, l’affidamento del servizio per il salvataggio in acqua e la tinteggiatura dei sottopassi ferroviari non rappresentano altro se non il frutto dell’ordinario lavoro che svolge l’Ufficio tecnico del Comune.

Se poi vogliamo andare sul concreto basta farsi un giro sul sito dell’Albo Pretorio del Comune per capire che oltre alla Delibera di Giunta, con la quale si impegnano le risorse necessarie, mancano ancora tutti gli atti indispensabili per dare seguito agli interventi, che non vedranno la luce prima della metà della stagione estiva. Per non parlare dell’appalto riguardante la manutenzione del verde, ancora in alto mare e di altre annose situazioni sparse per il territorio, come il Vicolo Scipioni in pieno centro storico che il 30 settembre prossimo festeggerà il suo terzo “compleanno” dalla chiusura.

Volendo chiudere un occhio sulla tempistica degli interventi che arriveranno a stagione iniziata, complice l’emergenza Covid-19, mi chiedo: è solo a questo che si riduce la visione amministrativa di questa Giunta?

Da un’Amministrazione comunale ci si aspetta la capacità di delineare un futuro per un territorio e di confrontarsi con sfide che vanno oltre la banalità del quotidiano. Solo per quel che riguarda il Lungomare l’Amministrazione avrebbe un’infinità di spunti su cui lavorare: come immaginare un futuro per l’ex-casello ferroviario su Belvedere? Come implementare il Lungomare utilizzando gli spazi soprastanti che le Ferrovie potrebbero concedere al Comune? Come intervenirci per favorire la nascita di nuove opportunità di investimento e di valorizzazione delle aree pubbliche?

Se guardiamo al resto del territorio le sfide si fanno ancora più avvincenti ed emozionati: come risolvere la questione dell’ex-Scuola elementare di Porto Potenza senza doversi ridurre a realizzarci un parcheggio sopra che nessuno ha dimostrato di apprezzare? Come risolvere la questione Parco dei Laghetti ferma al palo dopo l’annuncio della variante al P.R.G. dell’anno scorso? Come intervenire nel centro storico per evitare lo spopolamento che da anni lo dissangua?

Insomma un’amministrazione dovrebbe avere una visione strategica per il territorio che amministra e l’ambizione di lasciare il segno, non solo praticare un costante tentativo di far passare l’ordinario per straordinario, con un conseguente svilimento del ruolo della politica locale.

Tommaso Gaballo






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2020 alle 15:12 sul giornale del 16 giugno 2020 - 339 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, partito democratico, potenza picena, pd, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bn4x





logoEV