Il pesce si vende online, Foligno torna vicina, Doppieri emoziona: GustaPorto apre i battenti in grande stile

4' di lettura 06/06/2020 - Esperimento riuscito. Per la prima volta il mercato del pesce civitanovese si è aperto all’asta 2.0, quella fatta in via telematica. Un primo tentativo nato sotto il cappello di GustaPorto, l’evento che vede Tipicità e Comune fianco a fianco per un weekend nel quale valorizzare il mare in tutte le sue declinazioni.

Al mercato ittico civitanovese il direttore di Tipicità Angelo Serri, affiancato dal biologo Corrado Piccinetti, ha orchestrato un’asta alla quale non serviva essere presenti sui banchi della struttura: bastava seguirla in diretta Facebook dalla pagina di Tipicità e, se interessati, inviare un messaggio Whatsapp ad un numero telefonico dedicato per aggiudicarsi scampi, moscardini, naselli e triglie. Unico limite per la seguente consegna a domicilio quello di vivere entro 60 chilometri di distanza dal mercato. Nella sua evoluzione, ovviamente sarà necessario essere accreditati attraverso un sistema chiuso e certificato, ma per oggi era importante mostrare la potenzialità del digitale applicato al mondo dell’ittica.

È stata un’occasione anche per fare il punto sull’attività del mercato ittico civitanovese, che nelle Marche duella con Ancona e San Benedetto del Tronto e con il Covid-19 ha dovuto rallentare eccome la sua attività. «A marzo la perdita è stata del 50% - ha sottolineato l’amministratrice Luisa Ferraccioni – ad aprile e maggio siamo andati un pochino meglio, attestando la perdita sul 30-40% grazie ai ristoranti che hanno ripreso con le attività di take away».

La flotta civitanovese è di 31 imbarcazioni, numero praticamente dimezzato rispetto agli anni nei quali se ne contavano addirittura 62. Di positivo c’è che si era scesi a 28, ma negli ultimi tempi c’è stata una piccola inversione di tendenza. «Ai tempi d’oro vendevamo 3-4 mila casse di pesce ad ogni asta, oggi si fatica andare oltre le 2 mila nei giorni migliori – ha aggiunto Ferraccioni – eppure gli acquirenti accreditati sono in tutto circa 150, anche se in presenza all’asta sono di solito tra gli 80 e i 90: vengono dalle Marche, ma anche da tutte le Regioni limitrofe».

A seguire il mercato ha ospitato il convegno “Agorà – 2020 Odissea dello Spazio”, condotto da Marco Ardemagni e con ospite d’onore il giornalista Mario Giordano. Presenti anche i rappresentanti delle università di Camerino, Ancona e Macerata ma soprattutto era significativa la presenza del sindaco di Foligno Stefano Zuccarini e dell’assessore al turismo Michela Giuliani. Una presenza cruciale per testimoniare il rinsaldarsi dell’asse Civitanova-Umbria sul quale Gabellieri ha puntato fortissimo. «Il legame che unisce l’Umbria alle Marche è storicamente forte, la Statale 77 ne è il cordone ombelicale – hanno affermato Zuccarini e Giuliani – la percorrenza veloce ci consente di venire a prendere l’aperitivo a Civitanova e ai civitanovesi di venirsi a gustare le nostre prelibatezze nei nostri localini. Per questo l’isolamento era la condanna peggiore per tutti noi. Il sogno è quello di avere un giorno un legame ciclopedonale, proprio nei giorni scorsi abbiamo avuto un incontro con un comitato promotore dell’iniziativa. Speriamo ci si possa arrivare, un giorno. A settembre torneremo con l’evento dei Primi d’Italia, in maniera diversa dal solito ma in linea con questa idea di promozione delle tipicità di ogni regione. Siamo qui anche per rinnovare l’invito all’evento e a consolidare questa relazione».

Proprio agli “amici umbri” è dedicato l’attesissimo spot dell’estate civitanovese “Risvegli”, commissionato dal Comune al regista Paolo Doppieri e che è stato presentato in anteprima a chiusura della mattina. Protagonista l’attrice Denise Tantucci, immersa negli scorci più suggestivi della città, e a chiusura il cameo di Sofia Tornambene, con la sua voce inconfondibile a interpretare alcuni versi di “Stessa spiaggia, stesso mare”, la hit che è stata scelta come claim per la stagione estiva civitanovese.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova








Questo è un articolo pubblicato il 06-06-2020 alle 13:21 sul giornale del 08 giugno 2020 - 531 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bnn8





logoEV