Potenza Picena: fibra ottica, qualcosa si muove, le spiegazioni dell'assessore Isidori

2' di lettura 05/06/2020 - «Grandi problemi per la connessione a Potenza Picena, ritardi e mancato inizio lavori», questo è quanto apparso sui media locali su indicazione di alcuni cittadini (comitato è altra cosa) che con una nota hanno evidenziato una reale problematica del territorio: quella della connessione a fibra ottica per l’accesso a reti internet a banda larga. Tanto vero il problema quanto ingiusto e pretestuoso puntare il dito contro l’amministrazione comunale.

Per ulteriore chiarezza nei confronti dei cittadini/utenti interviene l’assessore ai Lavori Pubblici, Luisa Isidori: «Quella della fibra è ormai una questione annosa che ha visto solleciti infiniti da parte dell’ufficio tecnico comunale, delle amministrazioni comunali che si sono succedute e della Regione Marche, per capire il cronoprogramma dei lavori non sempre chiarissimo – dice Isidori – il silenzio di Infratel e Open Fiber, quest’ultima affidataria del bando da 2,7 miliardi di euro con finanziamenti regionali, statali ed europei per la copertura nazionale, è stato rotto da una serie di solleciti e comunicazioni, formali ed informali. Così lo scorso 3 giugno il Comune ha ricevuto, proprio da Open Fiber, la tanto attesa e necessaria richiesta ufficiale dell’inserimento del secondo “pop”. Immediatamente sono stati trasmessi i due comodati d’uso e a brevissimo verranno deliberati in Giunta per dare seguito alle richieste di autorizzazione all’esecuzione dei lavori. Si precisa che le autorizzazioni finali che rilascerà l’ufficio tecnico sono procedure celeri, concordate nella convenzione fatta pervenire al Comune solo nel 2019 e subito firmata. Nella comunicazione del 3 giugno scorso, il referente di Open Fiber si è fatto carico di chiudere la procedura il prima possibile, scusandosi per i ritardi connessi che, precisiamo, non sono attribuibili all’amministrazione comunale. Consapevoli dell’importanza del progetto, l’ente ha sempre partecipato agli incontri e consegnato quanto richiesto in tempi celeri. Non è il Comune che redige il progetto o che pianifica i tempi. Tempi che l’amministrazione comunale ha sempre cercato di accelerare intervenendo sull’azienda titolare del bando di appalto».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-06-2020 alle 16:21 sul giornale del 06 giugno 2020 - 367 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bnfb





logoEV