Covid Hospital verso la chiusura, Ghio: "Sperperati soldi pubblici, ora si pianifichi la sanità post-Covid"

3' di lettura 04/06/2020 - L’astronave non è partita e lo si sapeva sin dall’inizio visto che la decisione di sperperare il denaro pubblico (perché donato da privati per struttura pubblica) è avvenuto quando la pandemia era già arrivata a fine corsa.

La vicenda del Covid Hospital però può essere utile per il giudizio complessivo da dare al livello della politica che cerca nella paura dei cittadini il consenso. Dalla paura per il diverso alla paura per la malattia, trovate le differenze. Ci si giustifica affermando che abbiamo speso svariati milioni di euro ma se ci fosse stato bisogno saremmo stati pronti. In verità si è potuto constatare la totale incapacità ed inadeguatezza della politica del fare per il solo fare, senza alcuna capacità di analisi e previsione, senza alcuna capacità di visione.

Ora il pericolo sembra passato, ma c’è qualcuno che pensa o dice come rivedere il piano di riorganizzazione dei servizi territoriali e ospedalieri anche in ragione delle indicazioni e delle risorse del Decreto Rilancio (quasi 40 milioni per le Marche). Il rischio che si corre è sempre lo stesso (la pandemia non ci ha cambiato!): la politica del personalismo dove il presidente o l’assessore di turno o il consigliere zelante scambiano la politica sanitaria con il favore per un territorio piuttosto che per un altro.

Oggi, e non domani, ci stiamo giocando il futuro della sanità marchigiana. Oggi, e non domani, si deve ragionare su una agenda che indichi le priorità di intervento sul sistema sanitario. Oggi, e non domani, si deve attivare una stretta collaborazione con le forze sociali per concordare una pianificazione sanitaria post Covid.
Per usare le parole di Claudio Maffei, «che la politica al governo nelle Marche faccia quello che il destino gli ha messo in mano quando la mano stava per passarla».

Tornando al Covid Hospital, che non ha mai avuto senso di esistere, come si può pensare o semplicemente parlare del suo mantenimento o della sua riconversione peccando ancora una volta di quella sufficienza che lo ha visto nascere? Spero che la nuova fase politica che verrà inaugurata con le prossime elezioni regionali inauguri la stagione delle scelte politiche sensate e competenti alla faccia del consenso guadagnato con la paura!

Stefano Massimiliano Ghio

Consigliere comunale

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2020 alle 10:22 sul giornale del 05 giugno 2020 - 458 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bm7N





logoEV