Civitanova: Fibrillazioni in maggioranza, Ciarapica spegne le polemiche: "Normale dialettica, no a rimpasti"

3' di lettura 14/05/2020 - Astensioni e voti contrari per una mozione? Non è la prima volta che succede, non può bastare questo pe rimpasti o altre mosse. Il sindaco Fabrizio Ciarapica cerca di spegne le polemiche sorte prima e durante il consiglio comunale di ieri che ha visto la sua maggioranza spaccarsi sulla mozione di Fratelli d’Italia riguardante la riconversione dell’ospedale cittadino.

«Ci può stare, in un gruppo con sensibilità e anime diverse possono succedere voti come quello di ieri – frena il primo cittadino – non ci ho visto alcuna volontà di rese di conti. Ci vuole qualcosa di più per spingere ad un rimpasto che una semplice mozione votata in maniera differente. Chi si è astenuto lo ha fatto motivando la scelta non con la non validità della proposta ma con il fatto che essa sia un po’ datata ormai e che sarebbe stata l’occasione per farne una nuova, più rispondente alle nuove esigenze».

Già in mattinata alcuni consiglieri di maggioranza si sono incontrati in Comune per iniziare a lavorare sulla nuova mozione unitaria che dovrebbe essere presentata in consiglio comunale nel giro di una settimana. «Io, come ho detto ieri, ero d’accordo con entrambe le cose: sia la mozione presentata di Fratelli d’Italia che quella sulla quale si sta lavorando – precisa Ciarapica – non vedo le due cose in alternativa, anzi una rafforza l’altra. Forse c’è stata qualche incomprensione, ma non la farei più tragica di quello che è. La dimostrazione ne è stata che è il consiglio, nei punti seguenti, è andato avanti senza particolari problemi. Avere alcune posizioni diverse in un gruppo che è formato da forze eterogenee ci può stare, ciò non vuol dire che si voglia far venir meno un progetto comune di città, quello c’è sempre».

Il sindaco non pensa nemmeno che l’irremovibile presa di posizione di Fratelli d’Italia dipenda anche dalla ritrovata attenzione per la partita delle elezioni regionali, coincisa anche con il ritorno a livello mediatico di un Francesco Acquaroli rimasto in ombra per lunghi tratti dell’emergenza. «Siamo un gruppo che si riconosce interamente nell’alveo del centrodestra – finisce Ciarapica – le questioni legate alle regionali sono determinate principalmente a Roma, difficilmente si incide a livello locale. Per cui non penso che la mozione di Fratelli d’Italia vada letta in quel senso. Penso solo a sensibilità diverse, è sempre successo tanto a noi quanto al centrosinistra e succederà ancora».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2020 alle 12:28 sul giornale del 15 maggio 2020 - 193 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/blGT





logoEV