Jesi: Sforamento di PM10 per la sabbia del deserto

centralina polveri sottili 1' di lettura 03/04/2020 - L’Amministrazione comunale informa che il 28, 29 e 30 marzo scorsi la stazione di Viale del Lavoro dell’Arpam - Agenzia Regionale per l’Ambiente della Regione Marche - ha registrato valori di PM10 incredibilmente sopra la media (rispettivamente 126, 114 e 63 microgrammi per metro cubo nella media delle ventiquattr’ore, a fronte di un valore limite di 50).

Gli uffici tecnici del Comune hanno subito chiesto spiegazioni all’Arpam dell’anomalia, tenuto conto che in queste settimane di traffico praticamente fermo i valori della centralina erano di gran lunga più bassi del valore limite.

Effettuate le verifiche, l’Arpam ha comunicato che si è trattato di un evento di tipo sahariano e cioè che l’innalzamento dei valori è stato determinato dalla sabbia trasportata dal vento del deserto africano. La presenza di polveri sottili nel frattempo è rientrata nei valori normali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2020 alle 11:59 sul giornale del 04 aprile 2020 - 242 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biWC