Montecosaro, Il San Lorenzo si rifà il look e si veste di sintetico

3' di lettura 27/02/2020 - Il campo San Lorenzo di Montecosaro per anni è stato più un campo di battaglia che un campo di calcio, oggi invece il San Lorenzo si rifà il vestito ed è un bel vestito verde fiammante. Arriva infatti il campo sintetico, qui alle porte del paese, grazie a una delle più impopolari, forse, decisioni prese dalla giunta Malaisi degli ultimi anni. Una decisione che avrebbe potuto costargli la nomina a sindaco al suo primo mandato.

L’idea di base rispecchia la visione globale che il professore ha del suo paese, una visione che lo ha visto sempre schierarsi a favore del sociale e del senso di comunità.

Nasce proprio da questo forse la scelta di ubicare il sintetico proprio al Campo San Lorenzo.

Lo sport, in particolare il calcio, è molto sentito a Montecosaro e questa decisione dapprima non compresa, oggi inizia a prendere forma e a piacere.

L’idea di riqualificare il campo del San Lorenzo è frutto di molteplici scelte, in primis dotare il centro storico di strutture sportive che avrebbero fatto da collante per la società del paese. Altra importante motivazione è che indubbiamente quell’area andava risistemata e grazie a questo intervento si è pensato di dare un lustro a un’area che si trova proprio all’ingresso del paese, vicino alla chiesa di San Rocco, altro piccolo gioiello poco conosciuto.

I lavori vanno avanti, sebbene abbiano avuto varie battute d’arresto, e si pensa di riuscire ad ultimarli entro il mese di marzo.

La prima fase ha visto la realizzazione e la messa in sicurezza del nuovo impianto di illuminazione, realizzato grazie a finanziamenti pubblici. Successivamente ci si è occupati del drenaggio e i servizi di raccolta delle acque.

La posa è stata già ultimata e si sta procedendo alla sistemazione delle reti di protezione.

Mancano gli spogliatoi che andrebbero ristrutturati e per i quali si stanno già acquisendo preventivi sperando di riuscire a inserirli nel bilancio preventivo. Molti sono gli investimenti fatti nel paese per cui sarà complicato trovare i fondi per ultimare tutto secondo regola d’arte ma gli amministratori sono ottimisti.

L’importanza di questo campo sintetico oltre che a dare attenzione al centro storico, potrebbe giovare alla scuola calcio, mentre le partite della Vigor si dovranno tenere sempre al Mariotti. Insomma rumors ci dicono che potrebbe finire l’eterna lotta tra Montecosaro Capoluogo e Scalo, almeno in ambito sportivo.

Sembra quasi tutto pronto quindi per vedere il primo fischio di inizio, e nel cuore dei tifosi sebbene sia grande la soddisfazione di un campo sintetico, resta la tristezza che Andrea Capozucca, grande tifoso della Vigor e caratteristico personaggio montecosarese non possa essere più con noi a presentare quella che sarebbe stata la prima storica partita del nuovo campo.

Qualche tifoso suggerisce di dedicare a lui quest’opera…chissà se l’amministrazione potrà raccogliere in qualche modo la richiesta…








Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2020 alle 12:42 sul giornale del 28 febbraio 2020 - 1456 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, Meri Desideri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgPH





logoEV