Basket: terremoto in casa Rossella, misterioso esonero per coach Domizioli

3' di lettura 19/02/2020 - Un fulmine a ciel sereno, come altro descrivere il sorprendente esonero di coach Massimiliano Domizioli, firmato dalla Rossella Civitanova nel tardo pomeriggio di mercoledì?

Nessuno se lo aspettava, la squadra tutto sommato viaggiava secondo le previsioni. Gli aquilotti avevano stoppato la mini-serie di due sconfitte consecutive (contro Cesena e Jesi) piegando Giulianova a domicilio nel match di domenica scorsa. Certo, magari non brillando, ma comunque portando a casa due punti che tengono la squadra serenamente al sesto posto in classifica. In secondo luogo, lascia perplessi il tempismo. Ammesso che ci fossero problemi pregressi, difficilmente si sarebbe arrivati ad un esonero a metà settimana, alla vigilia di una amichevole già fissata contro Porto Sant’Elpidio e dovendo così andare in fretta e furia a cercare un sostituto con pochi giorni per preparare una gara delicata come quella di domenica sul campo di Faenza. Ci si sarebbe mossi già lunedì per avere martedì il nuovo coach pronto all'opera all'inizio della nuova settimana di lavoro. E allora l’ipotesi che circola negli ambienti cestistici è quella della rottura traumatica, con una parte della squadra prima che con la società. Rottura che si sarebbe consumata proprio nel primo allenamento dopo il classico riposo del lunedì, ovvero quello di martedì sera.

Cosa sia successo non è ben chiaro, magari sarà la società stessa a spiegarlo nelle prossime ore, come ha lasciato intendere nella breve nota con la quale ha dato il benservito all’allenatore maceratese, arrivato la scorsa estate per lanciare il nuovo corso virtussino: «La società biancoblu intende ringraziare coach Domizioli per l’attività svolta e l’impegno profuso, oltre che per lo spessore umano dimostrato in questi mesi alla Virtus, augurandogli i migliori successi professionali per il prosieguo della carriera. Nei prossimi giorni verranno date nuove comunicazioni».

Ovviamente è quest’ultima frase quella che apre agli scenari per il prosieguo della stagione. La squadra è stata affidata ad interim al vice Emanuele Mazzalupi, che l’ha guidata nello scrimmage di mercoledì sera a Porto Sant’Elpidio in attesa di nuove istruzioni. Resta da capire che scelta vorrà fare la dirigenza. Le opzioni sono due: quella di dare una chance all’ormai storico numero due della panchina virtussina, che sarebbe un esordiente assoluto per la categoria e che alle spalle a livello senior ha solo pochi mesi di esperienza in Serie D (peraltro vincendo il campionato), e a quel punto andrebbe però inserito un nuovo assistant coach; oppure puntare su un tecnico più navigato da pescare tra quelli senza contratto. I nomi, restando in ambito locale, sarebbero quelli che ormai circolano sempre in caso di panchine traballanti in zona: Maurizio Marsigliani, Piero Bianchi, magari il cavallo di ritorno Carlo Cervellini o qualche jolly rimasto nell'ombra.

I tempi sono strettissimi, di sicuro la scelta non tarderà ad arrivare.






Questo è un articolo pubblicato il 19-02-2020 alle 23:17 sul giornale del 20 febbraio 2020 - 631 letture

In questo articolo si parla di sport, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgu0





logoEV