Porto Recanati: classe mista, Presidente Ceriscioli e assessore Bravi scrivono al Ministro Azzolina

scuola educazione civica 1' di lettura 14/02/2020 - Mantenere il modello “classe mista” su Porto Recanati per garantire a tutti gli studenti il diritto allo studio. E’ la richiesta che il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e l’assessore all’Istruzione Loretta Bravi hanno inviato giovedì, tramite lettera, al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e al direttore generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione Maria assunta Palermo.

“La Regione Marche – scrivono il presidente Ceriscioli e l’assessore Bravi – dopo aver incontrato più volte la comunità di Porto Recanati, vista la presenza del modello “classi miste” della scuola primaria sia a livello regionale che nazionale e vista l’esperienza positiva della scuola primaria “Gramsci-Matteotti” di Porto Recanati, che opera nella lotta alla dispersione scolastica e all’inclusione degli alunni stranieri attraverso una peculiare offerta formativa, chiede con forza che venga mantenuto il modello “classe mista” (nella medesima classe alunni che frequentano il tempo normale e alunni invece del tempo pieno) su Porto Recanati, un’area ad alto tasso migratorio, nota alle cronache nazionali per le numerose criticità.

Riteniamo - prosegue la missiva – che il modello di flessibilità già attuato da tempo sia assai funzionante e apprezzato dall’utenza, dal corpo docenti e dall’intero territorio , come opportunità capace di garantire a tutti gli studenti il diritto allo studio, pari successo formativo rafforzando la scuola come fulcro volto a favorire l’inclusione e l’integrazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2020 alle 12:27 sul giornale del 15 febbraio 2020 - 278 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, regione marche, educazione civica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgie





logoEV