Scuola primaria Via Tacito, genitori sul piede di guerra: via alla raccolta firme contro il cambio di orario

scuola educazione civica 2' di lettura 11/02/2020 - L’ipotesi era sorta negli scorsi giorni, ma ora è ufficiale. La riunione del comitato dei genitori del plesso di via Tacito di lunedì sera ha dato il via a una raccolta firme per chiedere al consiglio d’istituto di stoppare la riformulazione dell’orario delle prime per il prossimo anno scolastico.

Obiettivo quello di rimettere ai voti la decisione presa dal consiglio d’istituto lo scorso 18 dicembre, nonostante il voto contrario di tutti i rappresentanti dei genitori, di adottare per le classi prime della scuola primaria dell’anno scolastico 2020/2021 l’orario 8-13 spalmato su sei giorni settimanali (compreso il sabato) con l’eliminazione del rientro pomeridiano.

Il comitato ha redatto una lettera articolata, indirizzata al dirigente scolastico Teresa Loiotile e al presidente del consiglio d’istituto Matteo Iualè, nella quale si motiva la decisione in maniera articolata. “L’attuale organizzazione orario con un giorno di rientro settimanale per le classi a modulo con le 30 ore è molto attraente per i bambini oltre che consona ai bisogni e alle esigenze delle famiglie – scrive il comitato – essendo oltretutto proposta unica in città, essendo solo l’istituto comprensivo Via Tacito ad averlo finora attivato. Non è rispettoso dei bioritmi dei bambini della scuola primaria, soprattutto di quelli delle classi iniziali, un orario di 30 ore organizzato su sei giorni senza rientro settimanale, perché andrebbe a vanificare la preziosa risorsa data dalle attività laboratoriali, parti integranti della didattica, sino ad ora svolte a classi aperte, nelle ore pomeridiane, per classi parallele insieme a quelle del tempo pieno”.

Oltre al problema didattico, c’è quello dei trasporto. “Non è chiaro se siano intervenute interlocuzioni con i soggetti deputati all’erogazione dei servizi di trasporto – aggiungono i genitori – e comunque la differenziazione oraria che si determinerebbe tra le classi metterebbe le famiglie in grande difficoltà dal punto di vista organizzativo”.

Per firmare è necessario scaricare la richiesta pubblicata dal comitato sulla propria pagina Facebook (Comitato Via Tacito a misura di bambino), firmarla e rimandarla via email all’indirizzo viatacitoamisuradibambino@outlook.com.

Con l’occasione della riunione, i genitori hanno altresì organizzato dei corsi gratuiti di pattinaggio e sacchi per i bambini dell’istituto. Si inizia il prossimo 24 febbraio con gli scacchi, ad aprile con i pattini nei locali del pattinodromo Andrea Campitelli, in via Zavatti.






Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2020 alle 12:30 sul giornale del 12 febbraio 2020 - 2319 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, educazione civica, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bf0s





logoEV