Piano Sanitario Regionale: via libera dalla direzione Pd

sanità| 3' di lettura 21/01/2020 - Oggi ad Ancona la direzione regionale del Partito democratico delle Marche ha approvato con grande soddisfazione, con solo 4 astensioni e nessun voto contrario, la proposta del nuovo Piano socio sanitario 2019-2021 della Regione Marche che nei prossimi giorni approderà nel Consiglio regionale.

“E’ positiva l’unità del Pd sul documento più importante di programmazione e di visione futura della sanità marchigiana - afferma il segretario regionale Pd Giovanni Gostoli - L’obiettivo principale è integrare sempre più il sistema sanitario con quello sociale per garantire nuovi livelli di assistenza ai cittadini, accessibili a tutti e sostenibili.

Il nuovo Piano sociosanitario è frutto di una grande partecipazione di tanti stakeholders presenti sul territorio. Un percorso di ascolto e confronto che non era mai avvenuto prima. È iniziato un anno e mezzo fa prima della proposta della Giunta regionale ed è proseguito dopo con i lavori della Commissione consigliare sanità guidata da Fabrizio Volpini che ringrazio per l’impegno con cui ha portato avanti la costruzione del testo. Per la prima volta viene istituito perfino un’osservatorio che monitorerà l’attuazione del nuovo Piano sociosanitario.

Con il nuovo Piano sanitario vogliamo ammodernare, migliorare e potenziare la sanità pubblica nelle Marche - continua Gostoli - Dare risposte a una società che è cambiata, nei nuovi bisogni e nelle nuove esigenze, all’insegna dell’equità territoriale nella distribuzione dei servizi e nelle reti di cura. C’è un particolare investimento per le Aree interne anche con l’istituzione di nuove reti per l’emergenza.

Il Pd delle Marche e tutte le forze di centrosinistra - continua Gostoli - hanno contributo a migliorare la proposta. Dopo l’approvazione del primo testo della Giunta regionale abbiamo svolto le assemblee provinciali nei territori. Il confronto è continuato nel Dipartimento tematico regionale guidato da Luciano Agostini, poi durante la Costituente delle Idee e anche attraverso un confronto con la coalizione di maggioranza in Regione.

Dal 2015 dopo una stagione di tagli che ha caratterizzato il passato, per la prima volta, il governo Ceriscioli ha invertito questa tendenza - precisa il segretario Dem - Nelle Marche abbiamo portato al massimo il budget di spesa per la sanità pubblica aprendo un percorso di riforma coerente con il quadro normativo nazionale e gli accordi Stato-Regioni. Investimenti sempre al top per il personale, per le nuove tecnologie e macchinari all’avanguardia per migliorare la qualità, e per finanziare l’edilizia sanitaria, ammodernare le strutture, renderle antisismiche, innovative e di qualità al fine di mettere nelle condizioni di lavorare meglio e in sicurezza i tanti bravi professionisti della sanità marchigiana.

Gli indicatori Lea, i livelli essenziali di assistenza, calcolati dal Comitato nazionale istituito dal Ministero della Salute che ogni anno verifica l’erogazione, dice che siamo una regione in crescita: passiamo da 190 punti del 2015 a 206 del 2018 collocandoci tra le regioni migliori d’Italia. Un risultato di cui siamo orgogliosi. Siamo consapevoli che c’è ancora tanto da fare, ma la strada è quella giusta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2020 alle 10:37 sul giornale del 22 gennaio 2020 - 1001 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, marche, pd, pd marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfhW





logoEV