8 giugno 2020





...

La proposta dell’arretramento della linea ferroviaria Adriatica del Ministro Franceschini è una bella novità che va presa sul serio in quanto un autorevolissimo esponente del Governo e del PD pone questo tema siamo certi che lo faccia con solide basi , e speriamo vivamente che diventi un punto dell’agenda del Governo per la ripartizione dei prossimi Fondi Europei.


...

Gentile assessore Isidori, verissimo che “comitato è altra cosa”, ma anche amministrare la cosa pubblica è altra cosa e ci dispiace che lei ancora non se ne sia accorta, nonostante è assessore con stesse mansioni dal 2014 e quindi in continuità rispetto a tutto il processo che vede il Comune di Potenza Picena ultimo, in tutta una serie di attività tra cui la fibra.





6 giugno 2020

...

Oltre 6 mila metri quadrati di spiaggia libera potrebbero essere concessi questa estate a sei stabilimenti balneari che ne hanno fatto richiesta. È l’effetto del provvedimento che consente agli chalet, previa richiesta al Comune, di allargare la propria concessione demaniale per piazzare ombrelloni e sdraio aggiuntive viste le prescrizioni anticovid che li costringono a distanziarli maggiormente.





...

Fontespina paralizzata nella mattinata per l’investimento di una donna. Erano le 9.45 circa quando la 62enne è stata travolta da una Audi sulla Statale Adriatica, a pochi passi dall'incrocio semaforico con il sottopassaggio Broccolo, mentre si apprestava ad attraversare la strada.


...

«Grandi problemi per la connessione a Potenza Picena, ritardi e mancato inizio lavori», questo è quanto apparso sui media locali su indicazione di alcuni cittadini (comitato è altra cosa) che con una nota hanno evidenziato una reale problematica del territorio: quella della connessione a fibra ottica per l’accesso a reti internet a banda larga. Tanto vero il problema quanto ingiusto e pretestuoso puntare il dito contro l’amministrazione comunale.



...

“Incentivi e premi una tantum da parte della regione. La prima tappa di un trattamento insufficiente a remunerare rischio, disagio e professionalita' che ha sconfitto il covid 19. La uil fpl promuove una class action per tutelare il personale e i loro familiari che hanno subito danni .


...

Alle prime luci dell’alba di venerdì mattina i militari della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche, collaborati dai colleghi del Nucleo Cinofili di Pesaro, hanno dato corso all’ordinanza applicativa della misura cautelare personale emessa lo scorso 3 giugno dal Giudice per le Indagini Preliminari di Macerata dott. Domenico Potetti nei confronti di quattro soggetti, tutti già noti per i loro trascorsi penali e residenti in Porto Recanati, responsabili del reato continuato in concorso tra loro di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ex art. 73 del D.P.R. 309/90.


...

È notizia di oggi che l'ultimo paziente ricoverato lascerà la maestosa struttura covid di Civitanova, una struttura che, é bene ricordare, ci é costata ben 10 milioni di euro e ha visto la sua funzionalità per una decina di giorni! Era chiaro a tutti fin dall'inizio l'inutilità (o tardivita') di questa opera, entrando infatti a regime ad emergenza ormai ai titoli di coda...



...

Lunedì 8 giugno inizieranno i lavori per il ripristino del manto stradale di corso Umberto I, dall’intersezione di via Duca degli Abruzzi fino al semaforo di via Buozzi. L‘intervento, deliberato dalla Giunta comunale, proseguirà su tutto il tratto stradale antistante Palazzo Sforza.







5 giugno 2020

...

Game over. Almeno per ora. È già finita, dopo solo una settimana, l’avventura del Covid Hospital alla Fiera. Venerdì sarà il giorno delle dimissioni dell’ultimo dei tre pazienti che erano stati trasferiti da Camerino e non dovrebbe arrivarne nessun’altro dal resto della Regione, per cui di fatto la struttura, pur non chiudendo le porte, resterà di fatto in stand-by.










...

E’ stata definitivamente eseguita mercoledì sera a Roma l’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico emessa lo scorso 21 maggio 2020 dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Macerata Dr. Claudio Bonifazi nei confronti di un 21enne originario di San Severino Marche, ritenuto responsabile a più riprese di reati connessi con lo spaccio di sostanze stupefacenti.