I rischi connessi alla gestione della terapia farmacologica: le responsabilità del Farmacista, un incontro

2' di lettura 14/11/2019 - Il rischio clinico può essere definito come la possibilità che ha un paziente di rimanere vittima di un evento avverso, cioè di subire un qualsiasi danno o disagio, imputabile, anche se in modo involontario, alle cure mediche ricevute.

Su queste tematiche è stata impostata la giornata di studio I RISCHI CONNESSI ALLA GESTIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA: LE RESPONSABILITÀ DEL FARMACISTA, nell’ambito dei programmi di formazione della Società Italiana Farmacia Ospedaliera (SIFO ), che si terrà a Civitanova Marche venerdì 15 novembre 2019 in collaborazione con l’Università di Camerino e le principali strutture sanitarie regionali.

Il farmacista ospedaliero e dei servizi farmaceutici territoriali svolge molteplici e complesse funzioni da cui derivano responsabilità sempre maggiori, determinanti per la riduzione del rischio clinico nei pazienti; in particolare ha una diretta responsabilità su tutte le attività relative all’approvvigionamento, alla movimentazione da e verso la farmacia, alla conservazione e all’allestimento dei farmaci, nonché sulle attività di vigilanza, di controllo e di monitoraggio e sulle attività di informazione e di consulenza ai pazienti e agli operatori sanitari.

“La sicurezza dei pazienti e la prevenzione dei rischi connessi alla gestione della terapia farmacologica rappresentano una priorità dell’assistenza sanitaria”, sottolinea la Dr.ssa Loredana Scoccia, Segretario Regionale SIFO Marche, Responsabile scientifico dell’evento. “Le conoscenze interdisciplinari del farmacista del SSN gli consentono di essere interlocutore attento e partecipe delle istituzioni pubbliche e private, dalle società scientifiche agli organi politici sanitari. Tuttavia affinché si realizzi una rete di protezione efficace al paziente con riduzione del rischio clinico, ma anche ai professionisti sanitari con riduzione del rischio giudiziario che li riguarda, è necessario integrare le competenze del farmacista ospedaliero con quelle di altre professionalità e rispettare qualificati standard operativi: leggi, protocolli, procedure aziendali, Farmacopea, Codice Deontologico, Raccomandazioni Ministeriali”. Un momento di confronto e crescita professionale di grande interesse per i professionisti interessati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2019 alle 12:30 sul giornale del 15 novembre 2019 - 217 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcNl





logoEV