Malmena nuovamente il compagno, ennesimo intervento delle forze dell'ordine per una tunisina

polizia uscita delle volanti 2' di lettura 02/10/2019 - Nel primo pomeriggio di martedì, la volante del Commissariato di Civitanova Marche diretta dal Commissario Capo Lorenzo Sabatucci è intervenuta a seguito di una violenta lite. Una cittadina tunisina clandestina, in stato di forte ubriachezza, ha malmenato il proprio convivente cittadino italiano per futili motivi. Nella circostanza, l’uomo ha rifiutato le cure mediche non volendo sporgere querela.

Per tale fatto, la stessa è stata comunque segnalata alla competente autorità per ubriachezza in luogo pubblico.

Tale episodio è l’ultimo di una lunghissima serie che ha visto nuovamente protagonista la cittadina straniera responsabile di ripetuti diverbi sfociati in lesioni verso il proprio convivente.

La persona in questione vanta svariati precedenti penali per reati contro la persona e contro il patrimonio, resistenza a pubblico ufficiale nonché per ubriachezza. Si contano numerosi esposti alle forze dell’ordine da parte di cittadini residenti nel condominio occupato dalla straniera e dal proprio convivente.

Nonostante la costante attenzione e i frequentissimi interventi delle forze dell’ordine, la donna, pur essendo in stato di cladestinità essendole stato rifiutato dalla Questura di Macerata il rinnovo del permesso di soggiorno non avendo prodotto un contratto di lavoro, ha potuto godere dello stato di inespellibilità grazie a garanzie di legge previste quale genitore di figlia in minore età.

L’Ufficio immigrazione diretto dal Vice Questore Marcucci che ha seguito costantemente la vicenda, in collaborazione con il Commissariato di Civitanova Marche e su impulso del Questore di Macerata dott. Antonio Pignataro, lo scorso 29 luglio aveva provveduto all’espulsione della straniera accompagnandola presso il centro per i rimpatri di Roma-Ponte Galeria al fine di procedere al successivo rimpatrio in Tunisia.

Nel Centro, però, la donna ha avanzato istanza di asilo politico, motivo per il quale, divenuta nuovamente inespellibile, è tornata presso il vecchio condominio di Civitanova Marche.

Qui, evidenziata per questo ulteriore episodio di violenza, che ha costretto, come per il passato, ad intervenire gli operatori delle forze dell’ordine, i condòmini hanno espresso forte disappunto.






Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2019 alle 15:59 sul giornale del 03 ottobre 2019 - 261 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, violenza, civitanova, violenza domestica, forze dell'ordine, articolo, niccolò staccioli, violenta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbdY





logoEV