Mostra fotografica divulgativa e interattiva: “Viaggio alla scoperta di Anfibi e Rettili dell’Italia centrale”

2' di lettura 16/09/2019 - Mamme premurose che si prendono cura della loro progenie, maschi impegnati in corteggiamenti arditi, veri e propri attori che si fingono morti quando sono in grave pericolo. E, ancora, arrampicatori in grado di sfidare la forza di gravità, estremofili che sopravvivono in condizioni meteoclimatiche avverse, produttori di efficacissime armi biochimiche, individui in grado di rigenerare parti del corpo.

Insomma, abbiamo a che fare con esseri viventi, almeno in apparenza, decisamente unici e straordinari. E se vi dicessimo che vivono proprio attorno a noi – timidi e riservati – nei boschi, nelle campagne, in stagni, laghi e perfino in habitat urbani? Si tratta di animali che nell'immaginario comune sono erroneamente considerati “minori”, “inutili” o “pericolosi”, come salamandre, rane, gechi, orbettini e serpenti.

Proprio per avvicinarsi al mondo dell’erpetologia (branca della zoologia che studia Anfibi e Rettili), l’I.I.S. “Da Vinci”, in collaborazione con la Societas Herpetologica Italica, ha organizzato la mostra fotografica divulgativa e interattiva "Viaggio alla scoperta di Anfibi e Rettili dell'Italia centrale", che verrà inaugurata per il pubblico venerdì 20 settembre 2019 a partire dalle 17:30 presso l’auditorium della scuola. Per gli studenti delle classi terze del “Da Vinci” l’inaugurazione sarà “anticipata” di qualche ora, con una conferenza mattutina in programma dalle 11:30 alle 13.

Si tratta di 50 bellissime immagini, curate dal fotografo naturalista prof. Matteo Di Nicola, frutto di anni di passione smisurata e di competenza professionale, allestite nella cornice dell'auditorium dell'IIS "Da Vinci" ed arricchite con una postazione multimediale, materiali di approfondimento, un gioco sulle abilità di salto e una serie di reperti conservati. Nel corso dell'inaugurazione, dopo i saluti di rito delle Autorità presenti, spetterà proprio al prof. Di Nicola intrattenere i presenti con una presentazione che svelerà curiosità e note biologiche su questi animali, spesso legati a racconti, leggende e superstizioni del tutto infondate (come quelle su improbabili vipere paracadutiste, salamandre ignifughe, rospi allucinogeni...).

La mostra resterà aperta fino al 12 ottobre tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12:30 e dalle 14 alle 18:30) e il sabato (dalle 8 alle 12:30): la mattina è dedicata soprattutto alle scuole, che potranno visitare liberamente la mostra nelle fasce orarie di volta in volta disponibili (previa telefonata di conferma allo 0733.815931); il pomeriggio visite libere per tutti gli interessati. Per visite guidate (durata: 1h circa) contattare il dr. Luca Coppari cell. 333.3202038, responsabile della sezione interregionale Umbria-Marche della Societas Herpetologica Italica, associazione scientifica che ha concesso il patrocinio gratuito all'iniziativa.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2019 alle 11:00 sul giornale del 17 settembre 2019 - 216 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baDp





logoEV