Il Questore Pignataro dispone la chiusura dello Shada per motivi di sicurezza pubblica

2' di lettura 08/09/2019 - Il Questore di Macerata Antonio Pignataro ha disposto sulla base di proposta del Commissariato di P.S. di Civitanova Marche, la sospensione per cinque giorni della licenza di pubblico spettacolo dello SHADA per motivi di ordine e sicurezza pubblica.

La decisione è stata presa in seguito al verificarsi di alcuni episodi pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

In particolare in relazione ad un episodio verificatosi nel corso della corrente stagione estiva nel quale il personale addetto alla vigilanza ha omesso di informare tempestivamente le forze di polizia di una lite che ha visto il coinvolgimento anche di dipendenti del locale medesimo.

A seguito della lite una persona aveva riportato lesioni personali.

Inoltre a seguito di uno specifico servizio per il contrasto della cessione degli stupefacenti sono stati sanzionati amministrativamente 3 clienti del locale e rinvenuta e sequestrata a carico di ignoti sostanza stupefacente.

L’articolo 100 del T.U.L.P.S. prevede infatti che la misura di pubblica sicurezza della sospensione della licenza possa intervenire in caso di fatti che mettono in pericolo la tranquillità e la sicurezza dei cittadini.

Al termine della sospensione i gestori potranno nuovamente svolgere l’attività di discoteca.

Il Questore, consepevole del fatto che la chiusura di un locale comporta effetti sul lavoro delle persone, sottolinea , che le chiusure temporanee vengono emanate dopo attenta ed approfondita analisi, in guisa tale che gli interessi della tutela della vita e della sicurezza dei cittadini risultino prevalenti rispetto ad una momentanea e brevissima sospensione dell’attività lavorativa.

L’opera di controllo finalizzata a difendere le famiglie, le giovani generazioni e ad elevare la percezione di sicurezza continuerà dopo il periodo estivo; il Questore raccomanda a tutti gli esercizi pubblici, specie a chi svolge attività di pubblico spettacolo e a chi vende sostanze alcoliche e superalcoliche, di rispettare le norme che regolano la materia, soprattutto quelle che riguardano gli orari e il divieto di vendita di alcolici a persone minorenni, nonché di mantenere un costante ed attento controllo sul personale che svolge attività di vigilanza con particolare riferimento alla necessità di richiedere, senza ritardo, l’intervento del personale delle forze di polizia.

La Questura chiede la massima collaborazione ed attenzione ai titolari dei locali al fine di evitare che le discoteche possano diventare anzichè un luogo di divertimento e svago:

- luogo per il consumo di stupefacenti e sballo,

- luogo per lo spaccio di sostanze stupefacenti,

- luogo di liti e rise,

- luogo pericoloso per la sicurezza dei frequentatori, consentendo l’accesso ad un numero di persone superiore a quello stabilito dalle autorità.

Il messaggio è chiaro e cristallino I locali saranno soggetti a controlli e verifiche e nel caso in cui si dovessero accertare le predette situazioni l’autorizzazione potrà essere sospesa e revocata.

Qualsiasi violazione riguardante la sicurezza pubblica sarà oggetto di seri provvedimenti amministrativi.






Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2019 alle 18:46 sul giornale del 09 settembre 2019 - 1059 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/banT





logoEV