Porto Recanati: ubriaca sveglia i residenti suonando i campanelli, poi aggredisce i carabinieri intervenuti

carabinieri di notte 1' di lettura 07/08/2019 - Alle 3.00, a Porto Recanati, i militari della locale stazione insieme a personale di rinforzo della C.I.O. del IV° Btg veneto, reiteravano un intervento per disturbo alla quiete pubblica commesso da una giovane donna di nazionalità ucraina, residente nel milanese, temporaneamente domiciliata presso un hotel del luogo, che in evidente stato di ubriachezza svegliava i residenti della via suonando ripetutamente i campanelli dell’abitazione.

Alla vista dei carabinieri, che precedentemente erano intervenuti per lo stesso motivo fino a quando aveva poi rifiutato le cure del personale sanitario del 118 intervenuto allontanandosi, la donna si è scagliata contro il personale operante con testate e calci.

Nel tentativo di fermarla la donna ha colpito un militare con una testata al petto e un calcio e un altro militare sempre con un calcio, fino a che è stata bloccata definitamente e dichiarata in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, in quanto i due militari, portatisi presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Civitanova Marche, hanno riportato lesioni giudicate guaribili in tre giorni.

La donna arrestata è stata trattenuta in camera di sicurezza a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa del processo per direttissima previsto per mercoledì mattina.






Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2019 alle 11:46 sul giornale del 08 agosto 2019 - 339 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, porto recanati, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0t8





logoEV