Volley: una grande Lube domina gara 4, 3-0 su Perugia. Lo scudetto si decide in gara 5

Lube Volley 3' di lettura 12/05/2019 - La Cucine Lube Civitanova fa nuovamente la voce grossa nel tutto esaurito dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche (4304 spettatori), trascinata dal ritmo incessante dei tamburi dei suoi tifosi. La formazione di Ferdinando De Giorgi batte la Sir Safety Conad Perugia con un nettissimo 3-0 (25-20, 25-21, 25-19) in Gara 4 della finale playoff di Superlega Credem Banca, riportando in perfetta parità la serie che vale il titolo di campione d’Italia.

Lo scudetto, come già avvenuto nella passata stagione tra le medesime pretendenti, si assegnerà dunque in Gara 5, in programma martedì prossimo alle 20.30 al Pala Barton di Perugia.

La partita

I marchigiani, in campo con Simon di nuovo titolare al centro, si aggiudicano il parziale d’apertura in rimonta, dopo che la Sir si era guadagnata un gap di 3 punti grazie ad un contrattacco vincente di Lanza e ad un successivo errore di Sokolov (5-8). La Lube trova tutto in una volta il sorpasso grazie a 3 ace consecutivi firmati da Simon (12-11) e sempre col servizio, stavolta di Leal, mette al sicuro la vittoria del parziale scappando (col 68% di efficacia in attacco) in maniera decisiva sul 18-14, dopo i contrattacchi in serie di Juantorena, Sokolov e Cester, favoriti da una ricezione perugina decisamente balbettante. Finisce 25-20 dopo un ace di Leal (5 punti, 80% in attacco), il quarto della formazione allenata da De Giorgi.

Stessa trama nel secondo set, con la Cucine Lube che trova il primo break con un muro di Simon su Leon (10-8), e poi scappa sfruttando un errore di Lanza e gli attacchi vincenti di Juantorena (16-12, per lui 100% su 6 schiacciate) e Sokolov (4 punti, 80%), gli uomini più serviti da Bruno anche in fase di cambio palla. E’ comunque Leal a firmare virtualmente il 2-0 mettendo a terra l’ace del 22-18, dopo che il trascinatore Leon (7 punti, 78%) aveva riportato i suoi a -2 (18-16). Chiude sul 25-21 Simon, altro gran protagonista nella metà campo di casa (5 punti).

Nel terzo set, la Cucine Lube va subito in fuga sull’11-8 coi muri di Simon (su Ricci) e Sokolov, tanto basta per convincere Bernardi a pescare dalla panchina per cercare di scuotere is suoi: dentro Berger in posto 4 per Lanza, con il conseguente avvicendamento tra Podrascanin e Galassi al centro, per ottemperare alla regola degli stranieri. La musica, comunque, non cambia: i muri vincenti di Simon e Sokolov, entrambi ai danni di Leon, lanciano l’mvp Osmany Juantorena (9 punti, 69% in attacco) e compagni sul 20-14. Per i biancorossi, che chiudono con uno stellare 70% di squadra in attacco, è l’allungo decisivo verso Gara 5.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 14, Kovar, D’Hulst, Marchisio (L) n.e., Juantorena 9, Massari n.e., Stankovic n.e., Diamantini n.e., Leal 10, Cantagalli, Cester 4, Simon 11, Bruno 4, Balaso (L). All. De Giorgi.

SIR SAFETY PERUGIA: Piccinelli, Ricci 4, Hoag, Hoogendoorn n.e., Della Lunga (L) n.e., Seif, Leon 12, Lanza 3, Galassi, Berger, Colaci (L), Atanasijevic 11, De Cecco 1, Podrascanin 6. All. Bernardi.

ARBITRI: La Micela (TN) – Sobrero (SV).

PARZIALI: 25-20 (27’), 25-21 (28’), 25-19 (26’).

NOTE: spettatori 4304, incasso Euro 72.334. Lube battute sbagliate 17, ace 8, muri vincenti 5, 70% in attacco, 60% in ricezione (37% perfette). Sir: battute sbagliate 18, ace 2, muri vincenti 2, 58% in attacco, 37% in ricezione (19% perfette).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2019 alle 15:15 sul giornale del 13 maggio 2019 - 307 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7oi





logoEV