Basket: finali Euroleague 2 a Porto Potenza Picena e Porto Recanati. S. Stefano: "Un grandissimo momento per lo sport paralimpico regionale"

4' di lettura 18/04/2019 - Porto Potenza Picena, Porto Recanati, la Provincia di Macerata e le Marche sotto i riflettori per un grande evento di sport paralimpico. Il prossimo 26-27-28 Aprile, infatti, le due cittadine rivierasche, incastonate nel cuore della splendida Riviera del Conero, ospiteranno la finalissima della 22^ edizione di Euroleague 2, una delle maggiori competizioni internazionali di basket in carrozzina alla quale parteciperanno le 8 migliori formazioni europee inclusa la formazione della S.Stefano Sport, militante nel massimo Campionato Italiano di serie A.

Nel palazzetto di Porto Potenza Picena e nel campo di Porto Recanati arriverà la crema europea del basket in carrozzina.

La manifestazione è stata presentata giovedì mattina in Regione Marche alla presenze del Governatore Luca Ceriscioli, del presidente della S. Stefano Sport Mario Ferraresi, del presidente Cip Marche Luca Savoiardi, dei sindaci di Potenza Picena Noemi Tartabini e di Porto Recanati Roberto Mozzicafreddo, del coach Robi Ceriscioli e del giocatore Andrea Giaretti.

“Una competizione internazionale – ha detto il Governatore Luca Ceriscioli - che si inserisce in un quadro di grande impegno della Regione Marche nell’accogliere tutte le opportunità offerte dallo sport, oltre ad essere una bella occasione per raccontare e far conoscere il nostro bellissimo territorio è una opportunità per affermare il valore dello sport come strumento straordinario di elevazione. Una comunità che crede moltissimo nello sport, l’impegno della Regione è a tutto tondo, nelle scuole, per gli anziani, in carcere, lo sport è aperto a tutti nei suoi straordinari valori che è in grado di trasmettere.

Nel torneo internazionale di basket in carrozzina, in particolare, si unisce alla dimensione sociale dello sport lo spettacolo, è una bellezza assistere a una partita con il valore di squadre che arrivano da tanti paesi per competere insieme nel territorio della nostra regione. Sarà una bella occasione per chi lo conosce già come spettacolo e anche per scoprirlo, un’opportunità per tutti per un fine settimana particolare che non lascerà certamente insoddisfatti. Grande in bocca al lupo ai nostri ragazzi!”

Organizzatrice di questo girone finale, dal quale uscirà la vincitrice dell’Euroleague 2, è la S.Stefano Sport, Società Sportiva portopotentina (prima nelle Marche e terza in Italia dedicata ai diversamente abili) che da oltre 40 anni consente a tantissimi giovani di praticare sport paralimpici (basket, atletica, lanci, tiro a segno), di beneficiarne dal punto di vista fisico e di ritrovarsi sotto il profilo sociale e motivazionale.

“Un grande impegno anche organizzativo per noi – ha detto il presidente della S. Stefano Sport Mario Ferraresi – il nostro segretario generale Gianfranco Poggi come al solito è stato strepitoso: non è facile seguire tutto, la logistica, l’ospitalità delle squadre e quant’altro”.

“La S. Stefano Sport – ha detto Luca Savoiardi , presidente Comitato Paralimpico Marche - rappresenta uno dei fiori all’occhiello del panorama sportivo paralimpico nazionale e, a maggior ragione, regionale. I successi della S. Stefano Sport, organizzativi e non, sono tutti meritati”.

Evidenziato anche l’impegno dei due main sponsor, Santo Stefano Riabilitazione e Avis Marche- Macerata: “E’ un onore essere al fianco di questa bella società e di questo fantastico sport”, ha detto Massimo Lauri, presidente Avis Marche.

I sindaci Tartabini e Mozzicafreddo, ringraziati dalla S. Stefano Sport per la disponibilità e la collaborazione, hanno evidenziato la portata e l’opportunità dell’evento anche per i territori.

Dal punto di vista sportivo, il coach Ceriscioli e il giocatore Andrea Giaretti hanno sottolineato come questo sia un momento entusiasmante per la S. Stefano Sport, con la coppa alle porte e subito dopo la storica finale scudetto.

Una storia, quella della S.Stefano Sport, ricca di successi, sportivi e organizzativi, con una bacheca colma di trofei nazionali e internazionali, ma anche di tantissimi sorrisi, quelli restituiti ai giovani che hanno deciso di praticare l’attività sportiva.

Tra i maggiori successi sportivi la vittoria di Coppe Europee: Euroleague 1 nel 1996, Euroleague 2 nel 2004 e 2006, terzo posto in Euroleague 1 nel 2007, a Fabriano, la semifinale scudetto nel 2016/2017 e lo scorso anno (2017/2018), nel 2018 secondo posto nella finalissima di Euroleague 3 in Spagna e in Coppa Italia a Porto Potenza Picena.

E quest’anno la storica qualificazione alla finale scudetto, conquistata sabato scorso sul parquet dell’Amicacci Giulianova e che vedrà i portopotentini impegnati nella serie che assegnerà lo scudetto contro Cantù, con inizio il prossimo 11 maggio.

Nel corso di questi quattro decenni, inoltre, non sono mancati i riconoscimenti anche al di fuori dei campi di gioco: la Medaglia d’Oro FISD nel 1996 per i 20 anni di attività sportiva, le prestigiose Stelle di Bronzo e d’Argento per meriti sportivi assegnate dal CONI rispettivamente nel 2000 e nel 2006 e la Stella d’Oro conferita dal Comitato Italiano Paralimpico (per l’anno 2017) per i 40 anni di ininterrotta attività sportiva e consegnata dal CIP Marche lo scorso dicembre 2018.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2019 alle 17:30 sul giornale del 19 aprile 2019 - 251 letture

In questo articolo si parla di basket, regione marche, sport, porto recanati, marche, porto potenza picena, basket in carrozzina, santo stefano sport, euroleague 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6Fy





logoEV