Porto Recanati: denunciato 39enne senegalese con eroina e hashish all'Hotel House

08/04/2019 - Nel pomeriggio di domenica 7, i Carabinieri della Stazione di Porto Recanati (MC), comandati dal luogotenente Giuseppino Carbonari, unitamente a quelli della Compagnia d’Intervento Operativo del 14° BTG “Calabria”, in prossimità dell’Hotel House, nell’ambito delle attività finalizzate a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato un controllo su un Senegalese (39enne, residente a Montecassiano, ma di fatto dimorante presso il condominio multietnico), il quale è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di circa 1 grammo di eroina e 3 grammi di hashish, suddivisi in dosi.

Si ritiene quindi di aver individuato e fermato un cosiddetto “cavallino”, ossia un terminale degli spacciatori, prima della consegna al tossicodipendente.

La droga è stata sottoposta a sequestro e il senegalese è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio, nonché sono state avviate le procedure per l’applicazione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Porto Recanati.

Quello di domenica è stato l’ennesimo controllo svolto dai Carabinieri della Stazione di Porto Recanati e della Compagnia di Civitanova Marche diretta dal Maggiore Enzo Marinelli, che quotidianamente effettuano attività di controllo presso la struttura, anche con l’impiego dei reparti speciali, come i Carabinieri cinofili e l’elicottero del 5° NEC di Pescara.

In particolare, nei primi 3 mesi del 2019 sono stati svolti 74 servizi straordinari, 383 sono state le persone identificate e 65 i veicoli controllati. 5 le persone arrestate e 20 quelle denunciate in stato di libertà, di cui 6 per spaccio di stupefacenti. 61 le perquisizioni personali e 21 quelle domiciliari all’interno del condominio. Quasi 1 chilogrammo di sostanza stupefacente è stata sequestrata. E poi numerosi sono stati i controlli alle attività commerciali con sanzioni amministrative elevate, sequestrati veicoli abbandonati e cumuli di rifiuti, sequestri di auto senza assicurazione, rimpatri di clandestini, controlli ai casolari abbandonati nelle vicinanze, ecc., in prosecuzione con l’attività svolta nel 2018 quando furono eseguiti ben 609 servizi con 2369 persone identificate di cui 20 arrestate e 483 denunciate.






Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2019 alle 16:01 sul giornale del 09 aprile 2019 - 255 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, carabinieri, porto recanati, hotel house, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6gM