Alla Pinacoteca di Civitanova Alta due opere mai esposte di Braque e Chagall

03/04/2019 - Civitanova scrive una bella pagina di cultura nel suo libro di storia ospitando nelle stanze della Pinacoteca civica “Marco Moretti” di Civitanova Alta, che fu casa del letterato Annibal Caro, due opere mai esposte dei maestri del ‘900 Braque e Chagall: “Le bouquet d’arums” e “Les deux bouquets”.

Quello che fu un dono d’amore di un uomo per la sua donna, diventa da domenica 7 aprile fino al 12 maggio, un dono alla città, che riceve in prestito temporaneo due gioielli gelosamente conservati da un privato che ha preferito rimanere, per ovvie ragioni, nell’anonimato.

Un gesto che ha scaldato gli animi e riempito di emozioni il direttore della Pinacoteca Enrica Bruni e l’Amministrazione tutta a partire dal sindaco Fabrizio Ciarapica, all’assessore alla Cultura Maika Gabellieri che possono esporre capolavori da far invidia a molte realtà in campo nazionale.

“Risonanze”, questo il nome della mostra che sarà inaugurata domenica 7 aprile alle ore 16,30, fa riferimento all’amorosa corrispondenza tra pittura e musica che sarà spiegata dal professor Stefano Papetti nel corso di un altro grande evento in programma domenica alle ore 17,30, vale a dire il concerto di un’altra leggenda, quella del pianista russo Boris Petrushansky che si esibirà al Teatro Annibal Caro. Ultimo allievo di uno dei più grandi maestri di tutti i tempi, Heinrich Gustavovič Neuhaus, suonerà i 24 Preludi op. 28 di Fryderyk Chopin, che costituiscono un caso unico, dentro la straordinaria produzione pianistica del compositore polacco, per concentrazione, immediatezza, soluzioni armoniche ardite, allontanamento da regole formali e da consuetudini e i 24 Preludi op. 11 di Aleksandr Skrjabin che si misura sulle ventiquattro tonalità con un dominio del suono pianistico completo.

L’esposizione “Risonanze” accoglie due maestri universalmente conosciuti e apprezzati: Georges Braque con “Le bouquet d’arums” e Marc Chagall con “Les deux bouquets”, realizzazioni artistiche inconfondibili ricche di suggestione e di incanto, fondamentali testimonianze dello stile, delle sperimentazioni e del processo creativo di Braque e di Chagall.

“E’ un’occasione memorabile ospitare questo scorcio impareggiabile sull’arte del ‘900 a Civitanova – ha dichiarato Ciarapica. Un evento che testimonia anche la crescita della Pinacoteca e le capacità della dottoressa Bruni nella sua gestione; crescita che l’Amministrazione ha voluto rafforzare mettendo per la prima volta in Bilancio una somma per l’acquisto di opere che andranno ad arricchire il patrimonio comunale. Confermiamo la scelta di puntare su collaborazioni di valore, su originali appuntamenti d’arte, pensati ad hoc per la nostra Città e per il nostro Museo”.

Un confronto tutt’altro che casuale questo geniale dialogo tra i due giganti francesi e gli apprezzabilissimi artisti del ‘900 italiano presenti nella collezione civitanovese, come De Chirico, Tamburi, Monachesi, Carbonati, Zadkine, che vissero a Parigi respirando l’aria frizzante della sperimentazione e delle avanguardie. Aspetto questo sottolineato in conferenza stampa dal professor Stefano Papetti che ha curato i testi del catalogo. “L’anima razionale di Braque abbraccia quella surreale di Chagall per evidenziare la complessità del XX secolo”.

Il progetto “Risonanze. Braque e Chagall a Civitanova” è patrocinato dal Comune, sostenuto dell’Assessorato alla Crescita Culturale, curato dalla dott.ssa Enrica Bruni, realizzato in collaborazione con l’UNITRE di Civitanova Marche e in collaborazione con Civitanova Classica-Piano Festival diretto dal maestro Lorenzo Di Bella.

“Si prova una forte emozione ad ospitare quella che sarà un’esperienza unica e irripetibile, di respiro internazionale – ha dichiarato l’assessore Gabellieri. Oltre a ringraziare i proprietari delle opere, voglio elogiare la dott.ssa Bruni perché dietro le quinte c’è stato tanto lavoro. Civitanova offre un confronto vitale tra le arti e le espressioni dell’ingegno che sono sicura sarà molto apprezzata dal pubblico, che ci auguriamo arrivi numeroso in un periodo di intense festività, tra Pasqua, 25 aprile e il primo Maggio”.

Ingresso libero e su prenotazione

INFORMAZIONI
“Risonanze. Braque e Chagall a Civitanova”.
Inaugurazione domenica 7 aprile 2019, ore 16,30, presso la Pinacoteca civica Marco Moretti, C.so Annibal Caro 24, Civitanova Marche Alta.
Ingresso libero

Aperture al pubblico sabato e domenica fino al 12 maggio 2019, dalle ore 17,00 alle ore 20,00, si accettano i visitatori fino alle ore 19,30.

Aperture straordinarie nei giorni 21, 22, 25 aprile 2019, dalle ore 17,00 alle 20,00.

Su prenotazione visite guidate per gruppi non inferiori alla dieci persone.

(Email: info@pinacotecamoretti.it ; telefono: 0733-891019)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2019 alle 17:15 sul giornale del 04 aprile 2019 - 306 letture

In questo articolo si parla di cultura, civitanova marche, comune di civitanova marche, civitanova, civitanova alta, Chagall, Pinacoteca Moretti, braque, risonanze

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a57w