Una ciclovia da Foligno a Civitanova sul tracciato dell'ex 77: la mozione di Bisonni e Rapa in consiglio regionale

bici elettrica 2' di lettura 20/03/2019 - Realizzare il prima possibile la “Ciclovia 77” da Foligno a Civitanova Marche.

Lo chiede una mozione, sottoscritta dai consiglieri Sandro Bisonni (Gruppo misto) e Boris Rapa (Uniti per le Marche), che impegna il Presidente e la Giunta regionale a reperire le risorse necessarie e ad istituire un tavolo tecnico di coordinamento e collaborazione tra tutti gli enti, le agenzie e le associazioni interessate alla messa in essere, alla gestione ed al controllo della stessa ciclovia. Nell’atto si fa riferimento al progetto presentato nei giorni scorsi a Fiastra, che prevede un tracciato di circa 130 chilometri. Da Foligno a Piediripa di Macerata quest’ultimo segue integralmente il percorso dell’ex 77, ormai in larga parte caratterizzato da traffico non rilevante, ma particolarmente interessante a livello paesaggistico e ricco di testimonianze storiche, artistiche e religiose.

Da Piediripa in poi la scelta ricade su strade secondarie parallele, la cosiddetta “Via delle abbazie”, rendendo il viaggio più sicuro ed appagante. Nella mozione Bisonni e Rapa evidenziano che la realizzazione di una ciclovia rispetto ad una pista ciclabile comporta un notevole risparmio economico e nessun impatto ambientale, considerato l’utilizzo di strade secondarie, ormai a bassissimo traffico automobilistico. Lungo la ferrovia ed a fianco della nuova superstrada 77 sono previste, poi, 21 uscite, che consentono una fruizione anche parziale della ciclovia.

“Il progetto potrebbe rappresentare - sottolineano i due consiglieri - una buona risposta alla crisi post terremoto, che ha colpito duramente le zone interne. La ciclovia, infatti, si presenta come un valido strumento per sostenere il territorio, costituendo una sicura attrattiva per famiglie, turisti, amanti della natura, del turismo religioso e lento”.

A favore di tutto questo il traffico assai ridotto, il tratto prevalentemente pianeggiante, la fruibilità di molte strutture per l’ospitalità e la ristorazione, la possibilità di escursioni turistiche nelle località circostanti.


da Sandro Bisonni
Consigliere regionale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2019 alle 18:44 sul giornale del 21 marzo 2019 - 268 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, macerata, Sandro Bisonni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5y2





logoEV