A Civitanova il meglio delle produzioni 100% made in Italy per l’Incoming della Calzatura

3' di lettura 28/01/2019 - Si è svolta nella giornata del 28 gennaio, presso il Cosmopolitan Hotel di Civitanova Marche, la 13° edizione dell’Incoming per i settori Calzatura e Pelletteria, organizzata da Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo in collaborazione con ITA Agenzia.

Gli incontri b2b hanno visto la presenza di 10 buyer provenienti da vari Paesi europei ed extra europei, come Francia, Scandinavia, Belgio, Germania, Ucraina, Kazakistan e Corea del Sud, e 3 buying office per conto di Stati Uniti, Australia, Russia, Giappone, Nord Europa e Corea. “Che il settore della calzatura in Italia sia il più apprezzato e conosciuto al mondo è un dato di fatto - ha affermato Giuseppe Mazzarella, Presidente Regionale di Confartigianato Marche, Responsabile Nazionale con delega all’internazionalizzazione e membro del Cda di ITA. Ne è una dimostrazione il grande interesse che i Paesi esteri dimostrano nei confronti soprattutto delle produzioni interamente italiane come quelle del nostro marchio 100% Made In Italy. Rispetto al 2017, che ha registrato una crescita del 7% dell’export pari a 450 miliardi di euro, lo scorso hanno abbiamo assistito ad un lieve rallentamento, con una crescita del 4%, ma che ha comunque collocato il nostro Paese al secondo posto in Europa per esportazioni.

Confartigianato negli anni si è aperta a collaborazioni e sinergie a tutto tondo, applicando una programmazione delle iniziative su scala nazionale che permette oggi di lavorare, oltre che con le imprese del territorio direttamente coinvolte, anche con realtà imprenditoriali di tutt’Italia”. La modalità degli incontri b2b tra aziende locali e buyers, è stata come sempre molto efficace ed apprezzata sia dagli operatori esteri per la qualità delle imprese presenti, sia dalle stesse aziende di Confartigianato che, a loro volta, hanno potuto creare nuovi contatti ed instaurare rapporti commerciali immediati in prospettiva di future collaborazioni. “Da sempre come Associazione – ha aggiunto il Segretario di Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo, Giorgio Menichelli – crediamo nel sostegno alle imprese in modo che possano affermarsi nei mercati internazionali. Un sostegno che si realizza anche grazie a sinergie importanti come quella con la Camera di Commercio Unica delle Marche che prevede fondi e voucher specifici per l’internazionalizzazione e che per il 2019 stanzierà un contributo molto sostanzioso proprio per l’accompagnamento ai mercati esteri delle nostre aziende”.

“L’importanza di questi eventi è indiscutibile, – ha concluso Paolo Capponi, Responsabile Ufficio Export di Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo - sono occasioni in cui le nostre aziende possono stringere nuove relazioni commerciali e far conoscere ai buyer le eccellenze regionali della manifattura calzaturiera e della pelletteria. Oltre all’ormai consolidata partnership con la fiera White di Milano, Confartigianato ha stretto nuovi accordi con altrettante importanti manifestazioni fieristiche come Homi, One e Sposa Italia. Il prossimo appuntamento è con il Micam e Mipel, dal 10 al 13 febbraio, fiere di riferimento per la calzatura, pelletteria e moda europea che ad ogni edizione conta ben 45.000 visitatori, ospitando circa 1.400 espositori, di cui più di 600 internazionali provenienti da 30 diverse nazioni. Anche quest’anno Confartigianato sarà presente con un proprio stand presso il quale verrà allestito un maxi schermo con le più belle immagini delle nostre imprese 100% made in Italy. Dopo febbraio da non perdere poi le altre fiere europee ed extra europee”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2019 alle 20:32 sul giornale del 29 gennaio 2019 - 392 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3Jd





logoEV