Bilancio del 2018 del sindaco Ciarapica

28/12/2018 - Con i ringraziamenti a tutti gli assessori della Giunta ed a tutti i collaboratori, il sindaco Fabrizio Ciarapica ha aperto la tradizionale conferenza stampa di fine anno che si è svolta venerdì mattina alla presenza dei giornalisti nella sala dell’Amicizia del Comune.

Un sentito grazie di cuore agli assessori per il sostegno ricevuto, per l’assidua presenza sul campo e per il lavoro svolto, nonché per la disponibilità a collaborare e a formare una squadra.

Il primo cittadino è ripartito dalle parole dello scorso anno, vale a dire dai tre macro-obiettivi da perseguire nel 2018, nello specifico la viabilità, il decoro urbano-differenziata e la sicurezza.

“Siamo a buon punto con l’iter riguardante il progetto delle rotatorie alla fine della superstrada e con i progetti riguardanti il riammagliamento delle strade che sarà indispensabile a migliorare la viabilità. Abbiamo un unico interlocutore per la differenziata (il Cosmari) e questo ci evita frammentazioni che fanno solo perdere di vista l’obiettivo che sarà quello di migliore il servizio pulizia e arrivare alla tariffa puntuale nel 2020.

Durante le feste i servizi vanno in sofferenza per i carichi di differenziata da raccogliere (mercati, mercatini, maggiore presenza di persone…), ma avere tanto più materiale da raccogliere non può che dimostrare la grande vitalità della nostra città che vede numerosissime presenze in centro nei fine settimana. Bisogna solo essere più veloci nella raccolta. Tra una settimana incontreremo il direttore Giampaoli per mettere a punto una nuova strategia.

Sul fronte della sicurezza c’era tanto lavoro da fare, ma abbiamo ottenuto i risultati che cercavamo e questo grazie ai numerosi tavoli organizzati da febbraio 2018 con Questura, Carabinieri, Guardia di Finanza e la collaborazione della Capitaneria di Porto, della Polizia municipale e dei Sevizi sociali: è stato fatto tantissimo.

Nomadismo, abusivismo sono stati fortemente contrastati. Ricordo la quantità di merce sequestrata in spiaggia, i controlli continui, il sistema di videosorveglianza potenziato. Oggi sono 110 le telecamere attive, che aiutano nel lavoro anche Polizia e Carabinieri.

Non sto qui a cantare vittoria ma è giusto rimarcare i risultati e ringraziare quanti hanno lavorato per ottenerli.

Abbiamo rafforzato, come promesso, anche la Polizia locale con il conferimento dei gradi, tre nuove assunzioni, la stabilizzazione degli stagionali e il nuovo concorso per ufficiali nel 2019.

Per quanto riguarda le case popolari, con la normativa che abbiamo introdotto si è data equità all’accesso in graduatoria tra italiani e stranieri e questo esempio è stato adottato anche dalla Regione Marche.

Un bel servizio aggiunto nel 2018, che non c’era sul fronte della comunicazione con i cittadini, è quello del bot Cluana, attivato con l’ex assessore Enrico Giardini che ci ha permesso di raggiungere 2200 utenti (il 93% leggono i messaggi inviati sui servizi).

Sul fronte cultura e Turismo, abbiamo riportato a casa Popsophia che nel 2019 raddoppierà nella Città Alta e l’Università che ha richiesto un lavoro di mesi e mesi ma che ci vedrà aprire a settembre un nuovo corso di laurea triennale con una previsione di 500 iscritti.

Un anno impegnativo il 2018, il primo effettivo di questa Giunta dopo l’arrivo in un 2017 già avviato. Abbiamo lavorato tantissimo e anche commesso errori, ma questi ci permettono di trarre insegnamenti utili a migliorarci.

PROPOSITI PER IL NUOVO ANNO

Nel 2019 rafforzeremo ulteriormente la sicurezza e cercheremo una maggiore crescita economica e culturale della città e maggiori servizi. Abbiamo approvato ieri in Giunta l’armamento dei Vigili urbani per una spesa di circa 75 mila euro e quindi ci lavoreremo da gennaio.

Vogliamo dare sempre più servizi ai residenti e a chi arriva a visitare Civitanova. Nascerà una nuova area di sgambamento cani nel parco Cecchetti dove riapriremo anche il parcheggio a disposizione che è stato abbandonato negli anni precedenti.

Civitanova Alta: il suo rilancio era un nostro impegno in campagna elettorale. L’assessore delegato era stato abolito, ora invece Carassai garantisce la sua presenza e il suo lavoro e c’è anche un vigile a servizio dei residenti. Stiamo pensando ad aprire nel colle la scuola di musica e porteremo eventi per rianimare il centro e le attività commerciali.

Stiamo predisponendo una nuova illuminazione in corso Dalmazia e su corso Umberto che oltre all’estetica migliorerà la sicurezza e il verde con il nuovo progetto dell’assessore Cognigni.

Il 2019 mi auguro sia un anno in cui potremo vedere approvate i progetti delle grandi opere da realizzare negli anni successivi e da condividere con la città: penso alla riqualificazione del borgo marinaro, ai nuovi parcheggi e al porto da intendersi come polo navale. Di tutto questo abbiamo già iniziato a discutere, non resta che lavorare con impegno e con la collaborazione di tutti.

Auguro a tutti i cittadini un felice Anno nuovo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-12-2018 alle 16:47 sul giornale del 29 dicembre 2018 - 284 letture

In questo articolo si parla di attualità, civitanova marche, comune di civitanova marche





logoEV