Sperlonga: 13enne risucchiata dal bocchettone della piscina, muore in ospedale

12/07/2018 - Sarà un'indagine, aperta dopo la tragedia, a stabilire la causa della morte di una 13enne della provincia di Frosinone.

La ragazzina era in vacanza con la famiglia a Sperlonga (Latina) e stava facendo il bagno nella piscina dell'hotel a 4 stelle nel quale erano ospiti. A quel punto la tragedia, la 13enne è stata aspirata dal bocchettone subacqueo per il ricambio dell’acqua che le ha impedito di tornare in superficie. A soccorrerela per primo un turista americano che è riuscito a tirarla fuori dall'acqua, poi la rianimazione da parte di un medico anche lui in vacanza, fino all'arrivo dei soccorsi.

Trasportata d’urgenza all'ospedale Gemelli di Roma, alle quattro di notte la tredicenne è morta. Sul caso indagano ora i carabinieri della compagnia di Sperlonga e del reparto operativo di Latina. Per fare luce sulla vicenda sono stati sentiti i responsabili dell’albergo e gli addetti alla manutenzione della piscina, per capire se ci siano sistemi di sicurezza nella vasca e perché non siano entrati in funzione. Sequestrata intanto la piscina.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2018 alle 14:55 sul giornale del 13 luglio 2018 - 1849 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWxd