Benvegnù, Rei, Lusenti e Galimberti: ''Rive'' fa il pieno

08/07/2018 - Mille persone hanno assistito fino oltre alla mezzanotte al concerto di Marina Rei e Paolo Benvegnù che sabato ha chiuso la seconda giornata di "Rive". Musica che ha attraversato i classici della canzone italiana rivisti e i momenti più significativi dei rispettivi repertori. Finale con un inedito: Il più grande respiro del mondo, brano scritto a 4 mani.

In tanti hanno partecipato agli eventi del Festival, ideato da Giorgio Felicetti, fin dal tardo pomeriggio con l’inaugurazione della mostra fotografica di Claudio Colotti: Micropolis, la città di provincia al tempo del melting pot.

Nella terrazza della palazzina liberty del Lido Cluana è stata poi la volta di Natascha Lusenti, una delle voci radiofoniche più famose d’Italia, che ha presentato il suo primo romanzo Al mattino stringi forte i desideri. La sua protagonista, Emilia, è una ragazza di trenta anni che un giorno decide di battere le sue insicurezze e sceglie di far sentire la sua voce in qualche modo: ogni mattina appende sulla bacheca del condominio un foglio con poche righe in cui raccon­ta sensazioni, ricordi, speranze. Il primo ad accorgersi di lei, in un luogo dove ci si saluta frettolosamente senza prestare attenzione, è un bambino. “Ho scelto un bambino di 10-11 anni - ha detto la giornalista - perché quell’età è fantastica: immagini un mondo in cui tutto è possibile”.

Di bambini, ragazzi e giovani ha parlato anche Umberto Galimberti, davanti ad oltre 500 persone. “I bambini si devono annoiare - ha affermato il filosofo e psicanalista -, la creatività nasce nel tentativo di superare la noia”. Galimberti ha affrontato il tema del cinismo che pervade la nostra società e che avvilisce le nuove generazioni. Quindi suggerisce di ascoltarli perché hanno bisogno di risposte, concedendo anche il lusso di commettere gli errori che fanno crescere. E offre a ogni genitore uno strumento per interrogarsi sui propri figli, per comprendere la profondità delle loro domande e per impedire che tutte le speranze si trasformino in delusioni.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2018 alle 15:18 sul giornale del 09 luglio 2018 - 208 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, civitanova marche, Teatri di Civitanova, rive festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWn6