Scoperto in una abitazione un ordigno artigianale, fatto brillare

10/03/2018 - I Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche, venerdì sera, nel corso delle proprie attività investigativa hanno proceduto alla perquisizione domiciliare presso la villa di un imprenditore sita nella zona “Villa Eugenia”.

Nel corso dell’attività di ricerca, all’interno della cucina di una dependance, è stato rinvenuto un congegno artigianale esplosivo chiamato in gergo “marmotta”, solitamente utilizzato da bande specializzate per far esplodere i sportelli bancomat al fine di rubare il denaro contenuto all’interno.

Visto l’orario, che non permetteva di svolgere le operazioni in sicurezza, l’ordigno è stato piantonato fino a sabato mattina in attesa dell’arrivo dei Carabinieri Artificieri del Comando Provinciale di Ancona.

Questi, dopo le prime attività, al fine di neutralizzare il congegno, dopo averlo portato in un area sicura, sgomberata la zona e chiuse le strade, coadiuvati nelle procedure di sicurezza da un equipaggio dei Vigili del Fuoco di Civitanova Marche e della Croce Verde, dopo un tentativo, lo hanno fatto esplodere.

I pezzi frantumati, sono stati repertati e verranno inviati al RIS per le analisi scientifiche.
Le indagini ora proseguiranno per comprendere la presenza dell’ordigno.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it







Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2018 alle 12:51 sul giornale del 12 marzo 2018 - 370 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSvq