Innumerevoli gli arresti legati allo spaccio di droga che vedono coinvolti i giovani

carabinieri 08/03/2018 - Dopo la brillante operazione denominata “WHITE BOAT”, eseguita appena 20 giorni fa, che ha portato l'arresto di 4 albanesi coinvolti nel rinvenimento di oltre 900 kg di marijuana del 29 giugno 2017 a Porto Recanati, si sono susseguiti una serie di arresti effettuati sempre dai Carabinieri della provincia maceratese.

Queste operazione, che avvengono sotto le precise direttive del locale Procuratore della Repubblica Dott. Giovanni Giorgio, sono finalizzate a contrastare il sempre più diffuso fenomeno dello smercio di droga, specialmente tra le fasce più giovani.

A Monte San Giusto, il 22 febbraio scorso sono stati arrestati un 31enne di Montegranaro e di un 23enne marocchino, trovati in possesso complessivamente di 1 kg di hashish. Un arresto è avvenuto anche a Montecosaro, sempre il 22 febbraio scorso. Un 27enne albanese nascondeva nel garage della propria abitazione circa 10 kg di marijuana e circa 4,5 kg di cocaina.

A Mogliano, il 23 febbraio, sono stati arrestati due ventenni del posto trovati in possesso di 82 grammi di marijuana, oltre 100 grammi di hashish e più di 30 grammi di cocaina .

Il 23 febbraio e il 6 marzo scorso, a Matelica invece sono stati tratti in arresto rispettivamente un 38 enne e un 19enne entrambi del posto. Il primo è stato trovato in possesso di 500 grammi di marijuana e oltre 1,2 kg di cannabis, mentre il secondo aveva 100 grammi di marijuana suddivisa in dosi pronte per lo spaccio.


di Rachele Giordano
redazione@viveremarche.it

 




Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2018 alle 18:29 sul giornale del 09 marzo 2018 - 303 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, rachele giordano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSrT