Montecosaro: nascosti in due garage 10 kg di marijuana e 5 di cocaina, arrestato un 28enne

23/02/2018 - Nella serata di giovedì, i Carabinieri della locale Stazione insieme a quelli della Compagnia di Civitanova Marche, durante i consueti servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno controllato 28enne A.B. di origine albanesi, ma da poco domiciliato a Montecosaro che si trovava alla guida di una Y10.

Il giovane è stato fermato nella località di Montecosaro Scalo e perquisito. Durante il controllo personale, all’interno della giacca i carabinieri hanno rilevato un involucro contenente 6 grammi di marijuana e, dati i risultati della perquisizione, hanno proseguito l'attività nell'abitazione del 28enne.

In un controllo inziale l'abitazione sembrava non contenere nulla di sospetto, ma successivamente sono state trovate due chiavi risultate appartenenti alle serrature di due garage condominiali.

La perquisizione è dunque continuata nelle altre strutture. All’interno del primo garage è stato trovato un borsone al cui interno vi erano 9 pacchi sigillati che risultavano contenere della marijuana per un peso complessivo di 9,07 kg, dello stesso tipo precedentemente sequestrata e 6 panetti di cocaina per un peso complessivo di 4,638 kg.

All’interno del secondo garage, dove era stato ricavato il laboratorio per il confezionamento dei pacchetti e dosi per lo spaccio al minuto, le forze dell'ordine hanno trovato un altro chilo di marijuana, tre sacchetti per altri 400 grammi di cocaina, 4 kg di sostanze da taglio, due bilance, un essiccatore e un cromatografo.

Al termine degli accertamenti, tutto il materiale è stato sequestrato e l’uomo è stato dichiarato in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e successivamente trasferito presso la Casa Circondariale di Ancona, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’attività rientra nell’ambito dei controlli straordinari del territorio finalizzati a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, richiesti dal Comandante Provinciale di Macerata, Colonnello Michele Roberti, e che risponde alle indicazioni del Procuratore della Repubblica Dott. Giovanni Giorgio. Queste incessanti attività di controllo del territorio sono volte ad impedire quanto più possibile il fenomeno dello spaccio di stupefacenti, soprattutto della marijuana, che coinvolge sempre più giovani, andando a colpire i canali di rifornimento della provincia.


di Rachele Giordano
redazione@viveremarche.it

 






Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2018 alle 17:34 sul giornale del 24 febbraio 2018 - 588 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, montecosaro, articolo, rachele giordano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRY5