Recanati: progetto Versus, "sfide" fra poeti

12/01/2018 - Una sfida emozionante per Deidier, Piccini, Galluccio e Lamarque. Versus è un progetto sperimentale in cui protagonisti sono i poeti e la poesia. Questo percorso, ideato e voluto dall ’ Associazione Lo Specchio di Recanati, nasce con lo scopo di ampliare il pubblico della poesia, troppo spesso ridotto a pochi “addetti ai lavori”.

Versus si articola in quattro incontri in cui, per ogni incontro, i poeti ospitati a Recanati, tra le voci migliori nel panorama nazionale, si confronteranno con un tema, bizzarro, scomodo, perturbante, della loro poetica, del loro essere. In questo confronto, arricchito da musica e stimoli sensoriali, i poeti avranno modo di farsi conoscere meglio e di leggere una parte importante della loro produzione più recente.

A fare da moderatore, da arbitro, in questa “competizione ” che i poeti affronteranno tra loro stessi e un tema che li tocca da vicino, ci sarà Piergiorgio Viti, anch’ egli poeta, il quale coordinerà gli appuntamenti e aiuter à all’ ascolto. Inaugurerà Versus il poeta romano Roberto Deidier che il 14 gennaio dovr à vedersela con “ I tentacoli della morte”.

Dopo 12 anni di silenzio, Deidier pubblica, nel 2014, per Mondadori, Solstizio, che da subito diventa un successo di pubblico e di critica. Tra le molteplici tematiche presenti in Solstizio, una, chiaroscurale, carsica, fa da sottotesto a diverse liriche: la morte. Un Versus interessante, archetipico, di scottante attualità (se si pensa al dibattito, mai sopito, sull’ eutanasia e la morte assistita), che aprirà la rassegna recanatese.

Il 28 gennaio invece Daniele Piccini, critico tra i più affermati, presente in “Poesia” e in“Avvenire” , docente e poeta, si confronterà con un Versus particolare: “Il rumore dell ’assente” . La sua poesia, sull’ onda della grande poesia di tradizione novecentesca, è un susseguirsi di presenze e assenze, apparizioni e mancanze. Filo conduttore dell’ incontro sarà questo continuo palpitare di presenze a volte non delineate, accennate, che però trovano nella parola poetica un “ orizzonte di attesa” , una perlustrazione, un invito all ’ascolto. Bruno Galluccio, che per Einaudi ha pubblicato “ La misura dello zero”, sar à il terzo duellante. Il suo libro si sviluppa intorno a due fuochi, due diversi tipi di smarrimento che in realt à Galluccio riesce miracolosamente a incrociare.

Da un lato questo smarrimento segue i percorsi di tematiche esistenziali pi ù tradizionali al mondo de l la poesia, seppure per squarci deformanti o esplicitamente onirici. Dall’ altro, il diso rientamento si à ncora a tematiche più prettamente scientifiche, alla matematica, a lla fisica, alla cosmologia. Il tempo, “Il famelico Chronos ”, sar à l ’antagonista, il Ve r sus che Galluccio, matematicamente e poeticamente, sfiderà a Recanati il 18 feb braio.

Gli appuntamenti di Versus con Deidier, Piccini e Galluccio si terranno tutti al Circ olo della Lettura alle 17. L’ ultimo incontro, il quarto, vede invece protagonista Vivian Lamarque, una delle voci pi ù originali e sorprendenti della poesia italiana. L’ appuntamento con la poe tessa trentina si terrà il 25 febbraio e, ovviamente, sarà la degna chiusura per “Ve rsus ” che, alla prima edizione, sta gi à suscitando molta curiosit à e spera di interce t tare un interesse crescente, non solo tra gli appassionati di poesia.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2018 alle 10:08 sul giornale del 13 gennaio 2018 - 384 letture

In questo articolo si parla di cultura, recanati, Comune di Recanati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQCs