Recanati: la comunità' di sant'Egidio si lega alla marcia della pace di don Rino, venerdì' la presentazione del progetto 

09/11/2017 - "Strade di pace, vivere il Vangelo nel mondo globale". A recanati, la Marcia per la Pace e la Giustizia promossa da Don Rino Ramaccioni della Parrocchia Cristo Redentore, diventa uno dei progetti qualificanti dei Cammini Lauretani grazie all'impegno della Comunità di Sant'Egidio.

L'incontro annuale rivolto ai costruttori di pace ideato dal sacerdote recanatese come momento di riflessione, conoscenza, testimonianza ed impegno appassionato, vuole diventare progetto specifico in una dimensione sociale, educativa e culturale.

Il Vescovo  Nazzareno Marconi, il Sindaco Francesco Fiordomo, l'Assessore Tania Paoltroni ed il parroco Don Rino hanno così coinvolto la Comunità di Sant'Egidio che ha risposto  positivamente, e venerdì 10 Novembre alle ore 21.15 all'Auditorium del Centro Mondiale della Poesia sarà presentato il progetto "Strade di pace, vivere il vangelo nel mondo globale". La Comunità di Sant'Egidio nasce a Roma nel 1968, all’indomani del  Concilio Vaticano II.

Oggi è un movimento di laici impegnato nella comunicazione del Vangelo e nella carità a Roma, in Italia e in più di 70 paesi dei diversi continenti. E' riconosciuta dal Pontifico Consiglio per il Laici come "Associazione pubblica di laici della Chiesa". E' articolata in comunità sparse nel mondo, che condividono la stessa spiritualità e i fondamenti che caratterizzano il cammino di Sant’Egidio: La preghiera,che accompagna la vita di tutte le comunità a Roma e nel mondo e ne costituisce un elemento essenziale. La preghiera è il centro e il luogo primario dell’orientamento complessivo della vita comunitaria.

La comunicazione del Vangelo, cuore della vita della Comunità, che si estende a tutti coloro che cercano e chiedono un senso nella vita. La solidarietà con i poveri, vissuta come servizio volontario e gratuito, nello spirito evangelico di una Chiesa che è "Chiesa di tutti e particolarmente dei poveri" (Giovanni XXIII). L'ecumenismo, vissuto come amicizia, preghiera e ricerca dell'unità tra i cristiani del mondo intero. Il dialogo, indicato dal Vaticano II come via della pace e della collaborazione tra le religioni, ma anche come modo di vita e come metodo per la riconciliazione nei conflitti.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2017 alle 11:53 sul giornale del 10 novembre 2017 - 264 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Comune di Recanati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOLc