Volley: la Lube vola in Final Four di Champions League: ancora un 3-0 a Modena

14/04/2017 - La Cucine Lube Civitanova vola in Final Four di Champions League (Roma, 29-30 aprile) per la quinta volta nella sua storia e per il secondo anno consecutivo, schiantando la Azimut Modena in tre set nel match di ritorno dei Playoffs 6. In semifinale già aspetta Perugia, mentre l'altro match sarà tra i campioni in carica del Kazan e il Berlino.

Servivano due set agli uomini di Blengini e sono subito arrivati nei primi due parziali, con il sostegno di un Eurosuole Forum sold out e anche stasera da brividi: Lube concentrata su ogni palla, determinata e brava a non disunirsi mai in occasione delle ripetute rimonte di Modena, dura a mollare ma mai capace di mostrarsi superiore nel gioco rispetto ai biancorossi questa sera. Anzi, dopo ogni parità agguantata da Modena Stankovic e compagni hanno sempre piazzato break decisivi nell'economia dei due set conquistati (16 pari nel primo, 17 pari nel secondo). Il terzo set è solo accademia, la Lube è motivata a chiudere subito e lo fa dominando sin dall'inizio il parziale.

Top scorer del match Sokolov e Juantorena con 13 punti, ma girano su buone percentuali tutti gli altri attaccanti cucinieri con i due centrali Stankovic e Candellaro sontuosi a muro (3 a testa, 9 di squadra), segno di un'ottima distribuzione da parte del regista americano Christenson. Modena sconta la giornata no in attacco di Petric (28%) e Vettori (25%).

I sestetti

Blengini schiera la consueta diagonale Christenson-Sokolov, al centro Stankovic-Candellaro, Juantorena e Kovar a schiacciare con Grebennikov. Tubertini sceglie Travica in regia in diagonale con Vettori, c'è Piano al centro con Holt, Ngapeth-Petric in banda, Rossini libero.

La partita

Il primo break è della Lube con Sokolov (4-2), Juantorena replica dopo una grande azione ritrovando il +2 (7-5) e ancora il bulgaro delizia il pubblico con il colpo dell'8-6. Kovar piazza il lungolinea del +3 (11-8) ma Ngapeth riporta Modena al 12-11 senza fare però i conti con un Juantorena (6 punti e 60% in attacco) e Sokolov (5 punti) scatenati (16-11). L'Azimut non molla e reagisce con il turno al servizio di Swan Ngapeth entrato appositamente che manda in crisi la ricezione biancorossa (parziale di 0-5 e 16-16, Modena 4 muri a fine set), Stankovic mura Holt, Vettori sbaglia ed è di nuovo +3 Lube (19-16). Tubertini gioca la carta Orduna in regia ma Petric (12% in attacco) tira out (21-17) e Sokolov sigilla il set (23-18) chiuso da un errore al servizio di Orduna (25-21).

Modena riparte con Orduna e trova un Sokolov implacabile al servizio (due ace per il 4-2), Petric commette fallo di seconda linea (6-3) ma si rifà col diagonale della nuova parità (6-6). Sokolov incendia l'Eurosuole Forum dopo uno scambio incredibile (9-6), l'Azimut non molla e rimonta ancora col turno al servizio di Piano (9-10). Il nuovo vantaggio Lube arriva col muro di Kovar e l'ace di Juantorena (13-11) anche se gli emiliani per l'ennesima volta tornano sotto (14-14) e il set diventa una battaglia punto a punto. Juantorena mette il 18-17 di astuzia, Sokolov il 19-17 di forza: la Lube ora vola col turno al servizio di Candellaro (21-17 ancora Juantorena), ed è il break decisivo che spinge gli uomini di Blengini in Final Four di Champions League sul servizio sbagliato da Petric (25-21). I centrali Lube hanno il 100% in attacco.

A risultato acquisito un solo cambiamento nelle due formazioni, nella Lube c'è Cebulj per Kovar. I biancorossi scappano subito con Stankovic (6-3) e Juantorena (9-4), Blengini risparmia l'italo-cubano inserendo di nuovo Kovar. Sulle ali dell'entusiasmo i cucinieri volano con Sokolov, Candellaro e Cebulj (ace del 15-8, 5 punti nel parziale per lo sloveno), e con ancora un super Candellaro a muro dilagano (21-12) e chiudono 25-18.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 13, Candellaro 8, Pesaresi, Juantorena 13, Casadei n.e., Stankovic 9, Kovar 8, Christenson 2, Grebennikov (l), Cester n.e., Corvetta n.e., Cebulj 5. All. Blengini.

AZIMUT MODENA: Petric 10, Orduna, Massari 1, Rossini (L), Ngapeth S., Ngapeth E. 11, Le Roux n.e., Piano 8, Holt 5, Travica, Onwuelo n.e., Vettori 5. All. Tubertini.

ARBITRI: Zenovich (RUS), Nederhoed (NED)

PARZIALI: 25-21 (27'), 25-21 (30'), 25-18 (24')

NOTE: spettatori 3831. Lube: battute sbagliate 16, aces 5, muri vincenti 9, 48% in attacco, 49% in ricezione (28% perfette). Modena: b.s. 9, aces 2, m.v. 7, 37% in attacco, 53% in ricezione (25% perfette).

Lube-Modena, parola ai protagonisti della vittoria nel derby italiano in Europa

Gianlorenzo Blengini : “Era importante approcciare bene la partita, senza portarsi dietro la vittoria dell’andata. Andava affrontata come qualsiasi altra partita e così è stato davvero per due set. Si sono visti momenti di grande intensità e siamo molto felici di aver conquistato la qualificazione alla Final Four. Quando si affrontano squadre di un livello così alto l’aspetto mentale è fondamentale e fino ad ora ci siamo dimostrati bravi a mantenere la testa fredda, dobbiamo continuare con questo atteggiamento.

E’ la seconda qualificazione consecutiva e questo mi rende molto felice, è dimostrazione che le squadre che ho allenato sono composte da ragazzi di grandissima qualità e con tanta voglia di fare bene quindi complimenti a loro. Adesso ci rituffiamo nei play off scudetto e ci aspetta un’altra grande battaglia contro una Modena che si presenterà sicuramente molto agguerrita come sempre.”

Davide Candellaro: “Sono felicissimo dell’obiettivo centrato e soprattutto di questa vittoria in una serie così snervante come quella che stiamo affrontando contro Modena: era importante continuare a vincere e lo abbiamo fatto. Adesso in Champions League dovremo affrontare Perugia, una squadra che conosciamo bene e che non va assolutamente sottovalutata, soprattutto perché si tratta di una partita secca. Incontreremo ancora Modena nei play off scudetto e ormai è una sfida in cui a fare la differenza sono i dettagli, chi riesce a curarli al meglio riesce a sopraffare l’avversario. Questa sera il pubblico è stato davvero importante e la vittoria va dedicata a loro che ci hanno sostenuto durante tutta la partita.”

Osmany Juantorena: “Questa sera abbiamo ottenuto un grandissimo risultato che non era per niente scontato. I miei complimenti vanno alla squadra, abbiamo conquistato la Final Four per il secondo anno consecutivo affrontando delle squadre fortissime. Ormai è l’aspetto psicologico a fare la differenza, tatticamente infatti ci conosciamo molto bene. Adesso archiviamo questa vittoria e pensiamo alla prossima battaglia che ci aspetta mercoledì a Modena. Siamo avanti nella serie e vogliamo provare a raggiungere la finale scudetto. Faccio i complimenti al bellissimo pubblico che anche questa sera ci ha veramente coinvolti e trascinati alla vittoria.”

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2017 alle 10:58 sul giornale del 15 aprile 2017 - 211 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIuN