Città Verde: la questione dei rifiuti va affrontata con un progetto organico, chiaro e definito

Rifiuti raccolta differenziata 01/05/2016 - Che la Raccolta Differenziata non vada bene e che la percentuale del 72% circa è come se avesse davanti una specie di muro che purtroppo l’amministrazione comunale non riesce a superare e che fa del nostro Comune uno dei fanalini di coda dei Comuni della nostra provincia è un fatto purtroppo accertato.

Lo stesso rilancio dell’iniziativa della R.D. che è stato annunciato dall’assessore Giulio Silenzi parte senza una vera verifica del perchè si è impantanata. Lo stesso consiglio Comunale nella solitudine della Partecipazione e politicamente viziato nella mancata consultazione delle decisioni che si adotteranno e postuma su quelle che sono state annunciate.

Raccolta Differenziata e partecipazione, coinvolgimento dei Comitati di Quartiere sono fortemente connessi e non percorre pervicacemente la strada delle decisioni dall’alto non fa aumentare la consapevolezza civica che purtroppo si livella su di uno standard di settore senza nessuna ambizione da parte di chi amministra la Città.

Su questo tema sono costanti le sollecitazioni ,le indicazioni che nella stragrande maggioranza vengono ignorate.

Oggi la Giunta annuncia che darà il via a fronte di un Progetto che la Regione ha approvato ad un Centro di Riuso dei Rifiuti di valenza intercomunale.In questo Centro del Riuso di oggetti conferiti che non andranno in discarica gli oggetti “rifiutati” ma recuperabili troveranno una “seconda vita” .

Un progetto importante condivisibile sostenuto finanziariamente in gran parte dalla Regione Marche con la compartecipazione dei Comuni di Civitanova, Montecosaro e Potenza Picena e Morrovalle. Questa iniziativa condivisibile sarà un contributo alla riduzione dei rifiuti e ha anche una valenza sociale.

Resto ancora aperto e senza risposta il concetto di “premialità” delle buone pratiche ambientali una delle quali potrebbe essere individuata con varie modalità a chi conferisce rifiuti ingombranti.

Se da una parte allocare il Centro del Riuso un una parte dell’ex Mattatoio può essere una scelta giusta non va dimenticato che quel complesso va recuperato( non venduto ne spezzettato )e destinarlo nella sua interezza a luogo di socializzazione,di promozione culturale di una periferia da anni dimenticata dalle varie amministrazioni comunali.

Sul Centro del Riuso ad oggi non è ancora chiaro chi e come verrà gestito questo impianto se attraverso risorse umane proprie dei Comuni aderenti o se la gestione verrà esternalizzata.

In questo caso il percorso migliore non può che avvenire attraverso un Bando di Interesse Pubblico.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2016 alle 00:13 sul giornale del 02 maggio 2016 - 710 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, politica, civitanova marche, città verde

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awrq