Recanati e La Ragnatela protagoniste a Milano nel V congresso internazionale sulla disabilità

2' di lettura 30/09/2015 - Recanati e la bella realtà de La Ragnatela saranno protagonisti dal 19 al 21 ottobre al V Congresso internazionale sulla disabilità dal titolo "Uguaglianze difficili e mondi delle disabilità" organizzato dall'associazione Mediterraneo senza handicap Onlus.

L'evento, che rientra tra le iniziative per Expo 2015, è in programma a Milano presso l'Università cattolica del sacro cuore ed è in collaborazione con il Centro di Ateneo di Bioetica e la Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano. A rappresentare la città della poesia e del bel canto saranno il Sindaco Francesco Fiordomo e l'Assessore alle politiche sociali Tania Paoltroni che illustreranno l'esempio della cooperativa La Ragnatela, la quale da molti anni favorisce l'ingresso nel mondo del lavoro di persone diversamente abili anche grazie al sostegno dell'amministrazione comunale di Recanati.

L'intervento del primo cittadino è previsto nel corso della seconda giornata dedicata al tema del lavoro, della riabilitazione e della disabilità. L’incontro di Milano, al quale parteciperanno delegazioni provenienti da ogni angolo del mondo, rappresenta l’occasione per uno scambio tra varie culture e religioni e uno spazio concreto per accompagnare i vari Paesi in un dialogo costruttivo in ambito di prevenzione, formazione e informazione. Con la partecipazione al Congresso internazionale si stringe sempre di piu' il rapporto di collaborazione tra Recanati e l'associazione Mediterraneo senza handicap Onlus guidato dalla presidente Suor Michela Carrozzino, che dal 1987 al 1995 è stata direttrice e responsabile del centro riabilitativo polivalente del villaggio Le Ginestre di Recanati. Un legame che è iniziato nel 2012 quando la città ospitò il convegno internazionale Da Madrid a Recanati proprio nella struttura intitolata a Don Luigi Guanella, il Santo che ha ispirato l'opera dell'associazione Mediterraneo senza handicap che si propone, nell'ambito della disabilità, di diffondere una cultura umanistica che deve essere la ricchezza e punto di forza di tutto il Mediterraneo.

L’Associazione si rivolge infatti non solo ai Paesi che hanno confini geografici nel Mediterraneo, ma anche a quei Paesi che simbolicamente entrano a farne parte, condividendo e confrontandosi con una cultura che considera ogni essere umano una persona umana, ne difende i diritti e l’accompagna nella crescita personale e nello sviluppo all’interno della Comunità. Mediterraneo senza handicap vuole favorire la partecipazione al Convegno del maggior numero possibile di Paesi in via di sviluppo/africani e extra UE, per presentare buone prassi e nello stesso tempo stimolare, attraverso la formazione, quei Paesi che hanno ancora piena necessità di apprendere servizi di cura e di aiuto, a supporto della persona con disabilità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-09-2015 alle 17:17 sul giornale del 01 ottobre 2015 - 1475 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Comune di Recanati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoGI