Porto Recanati: inaugura la mostra di fotografia e scultura “Raccoltadifferenziata"

4' di lettura 03/08/2015 - La cittadina rivierasca di Porto Recanati il prossimo 6 agosto non sarà alla ribalta solo per il concerto del cantautore Francesco De Gregori; infatti sempre al Castello Svevo, nella Sala Biagetti, alle ore 19:00 si inaugurerà la mostra di fotografia e scultura “Raccoltadifferenziata”, un titolo provocatorio per una raccolta differente, appunto, per generi e contenuti.

Ad esporre le loro opere saranno i fotografi Giancarla Lorenzini, Franco Cingolani, Paola Mandozzi, Ernesto Scarponi e la scultrice Chiara Domenella. La fotografa recanatese Giancarla Lorenzini negli ultimi 10 anni ha partecipato a collettive e tenuto mostre personali in varie città delle Marche; tra le altre nel 2015 è stata ospite della rassegna Chiaravalle Photo news. Fortemente interessata alla ricerca e alla sperimentazione, nonché alla fotografia concettuale, è stata finalista nel 2012, 2013, 2014 e 2015 del Concorso Autore Fiaf Regione Marche; nelle ultime due edizioni del “Awards of Humanity Photo Awards” (UNESCO) and China Folklore Photographic Association (CFPA) in CINA è arrivata in finale tra gli oltre 6.000 lavori. Nella mostra “Raccoltadifferenziata” presenterà “Geografie della memoria”, un lavoro di immagini interiori in cui i paesaggi di Castelluccio di Norcia sono solo il pretesto per evocare i luoghi colorati e spensierati dell’infanzia; ma saranno presenti anche memorie più recenti legate alla sua amata Porto Recanati, dove è attualmente residente.

Il fotografo recanatese Franco Cingolani dal 1997 è in costante e seria ricerca, e i suoi soggetti sono stati sempre diversi: da un paesaggio urbano segnato da importanti interventi architettonici dell’uomo a reportage di semplici scene di vita cittadina, aClose-up su porzioni di corpo femminile o su particolari minimali del quotidiano. Ogni immagine è sempre frutto di un prelievo decontestualizzato, un’astrazione nel senso fisico; un appropriarsi di un selezionato minimo frammento di realtà che si ricompone in una altra realtà, la sua realtà di quel momento specifico e unico, di ogni scatto, lento, meditato e goduto. Attualmente sta provando anche a porsi sia dietro che avanti all’obiettivo realizzando piccole sequenze sull’orma di una sua sceneggiatura: “Paura di Amare” questo il titolo dell’interessante lavoro che presenterà, già molto apprezzato dai visitatori della mostra realizzata al Palazzo Nobili di Montelabbate. Paola Mandozzi, fotografa portorecanatese molto amata e apprezzata sui social network, esporrà una serie di ritratti dedicati al mondo giovanile. Paola Mandozzi fotografa per divertimento e per passione, per un piacere che è fisico ma pure intellettuale. Catturare l’istante, cercare di imprimere e fissare in un frammento di tempo un’emozione o una sensazione partecipata e da partecipare: la fotografia è per quanto la riguarda, e prima di ogni altra cosa, espressione delle sue emozioni visive, interiori; del suo mondo più intimo e segreto. Fotografare è un modo per cercarsi e per cercare....

E per cercare di dare immagine alle idee. Già nota al pubblico per le sue raccolte di poesie in lingua ed in versi, a breve pubblicherà il suo primo romanzo. Ernesto Scarponi, fotografo maceratese, è stato finalista della 6°edizione del Concorso Autore Fiaf (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) Regione Marche. Esporrà un lavoro di reportage intitolato “Maramures“; una serie di scatti suggestivi realizzati all'estremo nord della Romania, al confine con l'Ucraia. Immagini di vita quotidiana in una regione che conserva intatte le tradizioni ancestrali, in un ambiente da favola, in cui il tempo sembra essersi fermato e dove i contadini lavorano ancora con strumenti altrove scomparsi. La scultrice di Loreto Chiara Domenella ha vinto il premio “Scultura monumentale” (Falconara Marittima 2002) ed in questa mostra esporrà anche quest’opera di quasi due metri. Il suo percorso all’interno dell’arte figurativa le ha permesso negli anni di acquisire una conoscenza dell’anatomia umana che è poi il tratto caratterizzante delle sue opere. Tuttavia ha sviluppato la sua espressività anche in forma astratta, sublimando nella materia la spiritualità del connubio intimo uomo-donna.

Marmo, bronzo, legno ed altri materiali prendono vita animandosi di significati reconditi e di interrogativi. Le mani di quest’ artista sono la bocca per parlare, gli occhi per osservare, il naso per assaporare ed i piedi per camminare nel meraviglioso mondo dell’arte dove plasma le sue emozioni. All’inaugurazione la mostra sarà presentata dalla prof.ssa Donatella Donati. Le scuole di danza “Il balletto” di Recanati ed “Espressione danza” di Osimo, dirette da Paolo Stoppa, parteciperanno con una loro performance. “Raccoltadifferenziata”, realizzata anche grazie all’apporto tecnico del Fotocineclub di Recanati, resterà aperta fino al 17 agosto con orario 19:00-24:00.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2015 alle 15:22 sul giornale del 04 agosto 2015 - 1064 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amNt