Volley Lube: battuta Ravenna 3-1 nel secondo sold out di fila del Pala Civitanova

6' di lettura 01/02/2015 - La Cucine Lube Banca Marche fa il pieno di spettatori e di punti: nella prima di campionato di scena nel nuovissimo Palasport di Civitanova Marche, al secondo sold out consecutivo dopo quello registrato martedì scorso in Champions League (4415 spettatori), i campioni d'Italia battono 3-1 la CMC Ravenna (25-15, 25-18, 23-25, 25-20) mantenendosi a ridosso della coppia di testa della classifica, formata da Modena e Trento.

Con la 4ª di ritorno della SuperLega Unipolsai in archivio, i cucinieri (che va sottolineato hanno già osservato il turno di riposo) restano al terzo posto solitario, staccando Verona di tre lunghezze e con 8 punti di distacco dalla vetta. Con Jiri Kovar di nuovo in rosa dopo lo stop di tre settimane per l'infortunio alla caviglia, la squadra di Alberto Giuliani domina nei primi due set poi cala di concentrazione nel terzo, lasciando strada all'apprezzabile persistenza degli ospiti, che beneficiano al massimo dall'apporto della panchina.

Nel parziale è un monologo della squadra di casa, che mette in vetrina un attacco più che incisivo (76% di squadra contro il 42% dei romagnoli: Sabbi, 6 punti, attacca col 100%, Kurek sigla 4 punti con l'80%), grande concretezza a muro (2 consecutivi di Stankovic firmano il massimo vantaggio sul 18-11), ed anche delle difese spettacolari. Come quella di Baranowicz, che recupera un pallone sul tavolo del segnapunti consentendo a Kurek di schiantare a terra l'ennesimo contrattacco, ed ai 4 mila del Pala Civitanova di esplodere. Finisce 25-15 dopo il sigillo di Alessandro Fei, in campo unitamente a Monopoli nell'ormai consueto doppio-cambio della diagonale d'attacco effettuato da Giuliani.

La musica non cambia nel secondo parziale, che sulla sponda di casa vede consolidarsi ulteriormente tutte le sicurezze espresse nel set precedente (da sottolineare che i marchigiani ricevono col 90% di positività, con Parodi in grande crescita anche in attacco), mentre si quella romagnola sono evidenti le difficoltà a muro, così come in attacco dove Renan, pur girando a regime (8 punti col 58%), da solo non basta. Sul 19-14 i campioni d'Italia salutano ufficialmente il rientro in campo di Kovar (per Parodi). Il finale, invece, è uno show di Kurek, che fissa 25-18 chiudendo nuovamente con l'80% di efficacia in attacco (5 punti).

Ravenna sfodera una reazione d'orgoglio nel terzo parziale, in cui presenta Gabriele in banda al posto di Koumentakis. Romagnoli avanti 9-5 con un muro vincente di Renan, 12-9 con il blocco vincente di Cavanna che prova a raffreddare il tentativo di rimonta della Lube. Che comunque arriva ugualmente, grazie ad un ottimo turno al servizio di Giulio Sabbi: parità a quota 15, poi un punto a punto che si trascina fino ai vantaggi, dove risulta decisivo per la CMC il contrattacco vincente di Gabriele (24-22). Chiude un errore al servizio di Sabbi, confermato dal video check. Nel quarto set, i campioni d'Italia tornano a giocare sul velluto, chiudendo agevolmente 25-20. Bartosz Kurek, autore di 18 punti col 75% in attacco, 2 ace e 1 muro, è votato MVP della sfida.

Il tabellino

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Fei 2, Henno (L), Parodi 6, Paparoni n.e., Stankovic 8, Kovar, Sabbi 19, Monopoli , Bonacic n.e., Shumov n.e., Kurek 18 , Baranowicz 2. Podrascanin 10. All. Giuliani.

CMC RAVENNA: Mengozzi 2, Ricci 1, Cavanna 2, Zappoli 2, Gabriele 5, Jeliazkov 1, Koumentakis 2, Goi (L2), Renan 17, Cester 7, Bari (L1), Cebulj Mc Kibbin 1, Cebulj 17. All. Kantor.

ARBITRI: Zucca (TS), Puecher (PD).

PARZIALI: 25-12 (21), 25-18 (25), 23-25 (30), 25-20 (25).

NOTE: Spettatori 4415, incasso 24750. Lube bs 16, ace 6, muri 12, errori 4, ricezione 67% (33% prf), attacco 59%. Ravenna bs 25, ace 1, muri 8, errori 7, ricezione 37% (30% prf), attacco 51%.

Le parole dei protagonisti dopo il match

ALBERTO GIULIANI: “Tante cose positive in questa partita. Sono prima di tutto contento di avere nuovamente a disposizione l’intera rosa, ed anche del fatto che mentre raccoglievamo i pezzi siamo riusciti a tenerci bene a galla sia in Italia che in Champions League, dove l’essere riusciti a passare il turno non è poca cosa. Dobbiamo lavorare ancora tanto e migliorare, soprattutto in alcune cose che nel terzo set non mi sono piaciute: strano quel parziale, lo abbiamo perso eppure è stato il set in cui abbiamo battuto meglio. Abbiamo margini di miglioramento in tutto, dobbiamo fare l’ultimo centimetro che porterà la squadra a giocare al massimo, ma sappiamo bene che quell’ultimo centimetro ci richiede tanta attenzione e tanti sacrifici. Li stiamo facendo. Tornando a stasera, voglio sottolineare come sia magnifico poter giocare davanti a questo pubblico così numeroso e caloroso".

BARTOSZ KUREK: "Abbiamo giocato bene stasera, anche se abbiamo regalato tanti punti al nostro avversario: se cresceremo sotto questo punti di vista penso che contro squadre più attrezzate potremo avere prestazioni ancora migliori. Il mio premio da MVP? Non conta questo, ma soltanto fare punti e stasera l'importante è stato aver ottenuto il risultato pieno: non possiamo infatti permetterci passi falsi in classifica. Giocare e vincere di fronte a un pubblico, inoltre, è fondamentale, anche in vista dell'impegno di Champions League contro i miei connazionali del Belchatow".

MICHELE BARANOWICZ: "Siamo calati un po' nel terzo set, soprattutto in cambio palla, ma abbiamo giocato una ottima partita portando a casa tre punti importanti. Ora abbiamo una settimana intera per lavorare bene in vista delle prossime gare che ci attendono, tutte molto importanti. Il match di stasera è stato gestito da parte nostra in maniera calma e serena, affrontando bene un impegno tutt'altro che facile: ripeto, tre punti pesanti. Fortunatamente siamo tornati tutti operativi, anche se Simone e Jiri devono ancora recuperare qualcosa. Sicuramente la settimana senza impegni infrasettimanali ci gioverà. Anche oggi c'è stato un grandissimo pubblico: se continua così sarà veramente uno spettacolo giocare al PalaCivitanova".

HUBERT HENNO: "Nei primi due set abbiamo veramente espresso una grandissima pallavolo, poi nel terzo set, purtroppo, siamo un po' calati. Bravi però a tornare subito in campo aggressivi nel quarto set per chiudere la partita. A partire dal match di Champions League di Parigi stiamo crescendo sempre più, e recuperando i giocatori infortunati, questo è molto importante. Prima di pensare alla massima competizione europea pensiamo prima al match di Piacenza in programma nel prossimo turno di SuperLega. Due partite al PalaCivitanova, due sold out: giocare in un palazzetto così è bellissimo per noi giocatori".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2015 alle 20:55 sul giornale del 02 febbraio 2015 - 2231 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeMV