Operazione 'Marco Polo': la Guardia Costiera sequestra oltre 50Kg di pesce ai ristoranti etnici

Michele Grottoli, Tenente di Vascello, Comandante Civitanova Marche 1' di lettura 28/11/2014 - Oltre 50Kg di prodotto ittico sequestrato, sanzioni pecuniarie per circa 8.200 euro, cinque illeciti amministrativi: sono questi i numeri dell'Operazione 'Marco Polo', compiuta dalla Guardia Costiera del Comando di Civitanova Marche in tutta la provincia maceratese.

L'operazione 'Marco Polo' ha impegnato sedici uomini in controlli a tappeto ad oltre dieci ristoranti specializzati in cucina etnica di varie nazionalità e negozi di generi alimentari etnici dei comuni di Macerata, Civitanova Marche, Potenza Picena, Camerino e Corridonia.

Nel corso delle attività di controllo i militari hanno rilevato violazioni in materia di tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti ittici oltre a prodotti immessi nel commercio senza l'obbligatorio bollo sanitario. La Guardia Costiera ha sequestrato orate, spigole, tonni, salmoni, rombi chiodati, calamari, gamberi e cannolicchi.

Il comandante Grottoli infine rassicura: 'Resta alta l’attenzione della Guardia Costiera di Civitanova Marche nel settore della commercializzazione e consumo di prodotti ittici a tutela dei consumatori'.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2014 alle 16:15 sul giornale del 29 novembre 2014 - 2057 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sequestro, guardia costiera, prodotto ittico, tracciabilità, articolo, Arianna Baccani, Michele Grottoli Comandante Civitanova Marche, ristorante etnico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/accC





logoEV