Carenza di personale all'Ufficio delle Dogane di Civitanova

1' di lettura 06/11/2014 - Nell’Ufficio delle Dogane Civitanova Marche, in particolar modo presso la Sede di Civitanova Marche, le problematiche riguardanti la carenza di personale a causa di turn-over, mobilità e trasferimenti vanno a gravare sull’espletamento dei compiti propri dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli con la conseguente difficoltà anche nell'eseguire i controlli prefissati.

I colleghi a volte si devono dividere nelle attività per far fronte alle richieste dell’utenza, ai controlli previsti dall’ufficio, rischiando in prima persona. Vogliamo ricordare che la Dogana di Civitanova Marche ha un vasto territorio di competenza sulle province di Macerata, Ascoli Piceno e Fermo ed ha un ruolo fondamentale, ovvero rinviene risorse con la lotta all'evasione fiscale e fonte principale di ridistribuzione sociale (sanità, servizi, pensioni, ammortamenti sociali, ecc.), inoltre é un elemento di equilibrio nel contrasto ai traffici illeciti a tutela dell'economia nazionale e del cittadino (distorsioni di mercato, made in italy, sicurezza sui prodotti, ecc..).

E’ necessario che si affronti con tempestività la problematica sopra citata scongiurando disservizi che potrebbero pregiudicare seriamente l’operatività minando l’efficacia della lotta all’evasione e l’efficienza dei servizi resi agli operatori economici.

E' tempo che si esca fuori dalle indecisioni e che i lavoratori doganali vengano messi nella condizione di lavorare con serenità, senza timore sulle effettuazioni delle attività: noi siamo pronti a fare la nostra parte, ma non si possono chiedere miracoli a lavoratori che fino ad oggi nonostante tutto hanno consentito comunque il raggiungimento degli obiettivi prefissati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2014 alle 21:45 sul giornale del 07 novembre 2014 - 523 letture

In questo articolo si parla di attualità, civitanova, uilp, dogana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aa0m


Davvero essenziale, l'Ufficio Dogane nel 2014. Qualcuno sa che le frontiere tra i paesi europei sono state aperte? Eppure, pur di tenere in vita questi uffici, a noi cittadini tocca ancora compilare moduli su moduli ad ogni acquisto o vendita che facciamo in Francia o in Olanda. Ben venga la carenza di personale, e speriamo al più presto la chiusura di questi mostri burocratici.